LICEO IMPALLOMENI. A vedere gli sicivoli che addolciscono le asperità dei marciapiedi sembra un comune civile, a portata di passeggino o di carozzella dei diversamente abili. Il problema è quando lo sguardo si alza e si posa dall’altro lato della strada e si scopre che l’abbattimento delle barriere architettoniche a Milazzo è un progetto a metà.

Basta andare in Marina Garibaldi, in diversi punti, in prossimità delle strisce pedonali, allo scivolo non ne corrisponde un secondo, così chi non conosce bene il posto rischia di ritrovarsi in mezzo alla corsia senza la possibilità di salire sul marciapiede. Sempre se si riesce a scendere dallo scivolo: non è raro trovare auto posteggiate proprio in prossimità ostruendo il passaggio.

ERIKA PIA MARINO, SOFIA GITTO IIB

Sezione Scientifico

Condividi questo articolo