I forni di Milazzo la domenica apriranno a turno rispettando un calendario concordato tra i panificatori.  Si è svolta nella sala giunta la riunione tra i panificatori, Amministrazione comunale e sindacati per affrontare la questione legata alle prescrizioni del decreto dell’assessorato regionale alle Attività produttive che obbliga al riposo settimanale. All’incontro sono intervenuti l’assessore allo sviluppo economico Carmelo Torre e i rappresentanti delle associazioni di categoria Tindaro Germanelli (segretario regionale Cna), Giuseppe Brenno della Cna territoriale, Salvatore Di Perna (Fiarcom) e Dario Cilona (Clai).

L’assessore Torre ha introdotto l’argomento dando notizia anche della recente pronuncia del Tar di Palermo che ha respinto il ricorso presentato dalla Federdistribuzione – Federazione delle associazioni delle imprese e delle organizzazioni associative della distribuzione moderna organizzata – con il quale chiedevano di annullare il decreto dell’assessore per le Attività Produttive della Regione Siciliana del 10 ottobre 2017 e del nuovo decreto del 5 marzo 2018, con il quale viene disciplinata l’attività di panificazione in Sicilia, adottando misure volte a tutelare sia la categoria dei panificatori, sia i consumatori finali del prodotto.

In virtù di ciò permane il divieto di panificare un giorno la settimana e per almeno due domeniche al mese.

“Non c’è dubbio che bisogna aprire una interlocuzione politica con la Regione e con l’assessorato in particolare per cercare di trovare una soluzione – ha concluso Torre – auspicando una sinergia tra tutte le parti interessate”.

Germanelli in tale ottica ha da un lato suggerito che in questa fase i panificatori comunichino la loro volontà di osservare il giorno di riposo settimanale all’Amministrazione per ottemperare a quanto previsto dal decreto e nel contempo valutare le iniziative da porre in essere.

Di Perna, nel ribadire la contrarietà al provvedimento, esplicitato in una lettera aperta già inviata all’assessore regionale, ha annunciato che è stata avviata una concertazione anche con gli altri Comuni per cercare di modificare un decreto che a suo avviso viola la normativa sulla liberalizzazione delle attività.

A conclusione del dibattito, preso atto dell’impegno ad affrontare la questione sul piano politico, si è deciso, in questa fase, di redigere, dopo aver contattato tutti gli esercenti cittadini, un calendario relativo alla turnazione di attività di panificazione che verrà sottoposta all’Amministrazione

Condividi questo articolo
4.288 visite

2
Rispondi

avatar
400
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
fornoLoredana Catalfamo Recent comment authors
più recente meno recente più votato
forno
Ospite
forno

ma ai Centri Commerciali che fate?

Loredana Catalfamo
Ospite
Loredana Catalfamo

Quando ero ragazzina, la domenica e TUTTI i ROSSI sul calendario i negozi erano CHIUSI. Se volevi comprare il pane o il prosciutto lo compravi il Sabato o la vigilia di festa.
Nessun dramma esistenziale.
Oggi nessuno sembra poter vivere se non ha il pane fresco la domenica, il giorno di natale, Capodanno o il Primo Maggio.
Per buttarlo il giorno dopo.

Ah! Santo Consumismo! 🙁