Pasqua sicura nel comprensorio di Milazzo. Tre gli arresti che i carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno  compiuto durante le festivitĂ . Il 2 aprile, giorno di Pasquetta, i carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno arrestato in flagranza S. C. A., nata a Messina, 35 anni, per il reato di furto aggravato. La donna mentre si trovava al Parco Corolla era entrata all’interno di un negozio di articoli sportivi e, dopo essersi impossessata di alcuni capi di vestiario, per un valore complessivo di 100 euro circa, ha tentato di darsi alla fuga. I carabinieri hanno recuperato la refurtiva che veniva restituito. L’arrestata è stata posta ai domiciliari in attesa del giudizio direttissimo.

Domenica 1 aprile, invece, i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno arrestato un 22enne per resistenza a un pubblico ufficiale durate un controllo stradale mentre si trovava alla guida di un motociclo. Il giovane, vedendo il posto di blocco, prima simulava di arrestare la corsa del motociclo e poi si è dato a precipitosa fuga. R. A., messinese, 22 anni, era sprovvisto di patente di guida. Espletate le formalitĂ  di rito ha ottenuto gli arresti domiciliari  in attesa del giudizio direttissimo.

In un’altra circostanza, nel corso di un ulteriore servizio di prevenzione, i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno arrestato in flagranza I. W., nato Messina nel 1998, residente a Rometta e denunciato in stato di libertĂ  un giovane 21enne di Spadafora per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

L’arresto è avvenuto dopo un pedinamento, che permetteva ai Carabinieri di bloccare lungo la strada arginale del torrente “Boncoddo” di Rometta i due giovani mentre erano intenti a prelevare due bilancini di precisione ed un involucro contenente circa grammi 24 di marijuana occultata in un’aiuola ai piedi di un albero di palma.

La successiva perquisizione personale e domiciliare, ha permesso di ritrovare ulteriori grammi 22 circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana nella disponibilità del solo arrestato, nonché la somma in denaro contante di 287 euro, verosimilmente provento dell’attività illecita. La sostanza stupefacente ed i reperti rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro.

Il giovane, è stato posto nella  propria abitazione in regime arresti domiciliari.

I carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno altresì segnalato alla Prefettura di Messina cinque persone quali assuntori di sostanze stupefacenti poiché trovati in possesso di droga che era detenuta per uso personale.