Cinque voti favorevoli e altrettanti contrari e dunque parere negativo della seconda commissione consiliare alla proposta di atto di indirizzo sulla sosta a pagamento formulata dal sindaco al consiglio comunale. L’organo presieduto dal consigliere Franco Russo si è diviso nell’esprimere un giudizio sull’argomento che adesso passerà al vaglio dell’Aula. A votare favorevolmente sono stati i consiglieri Nino De Gaetano, Pietro Formica, Francesco Coppolino, Mario Sindoni e Gaetano Nanì; contrari Valentina Cocuzza, Alessandro Oliva, Franco Rizzo, Massimo Bagli e lo stesso presidente Franco Russo.

Una seduta abbastanza animata quella di oggi che ha visto la presenza anche del sindaco Formica, del segretario generale Riva, del dirigente dell’ufficio tecnico, La Malfa e dei funzionari DRagà e Cangemi.

Infatti i rappresentanti dell’opposizione hanno sollevato perplessità sia dal punto di vista tecnico alla proposta progettuale che burocratico. In particolare il consigliere Midili, presente nella qualità di capogruppo ha chiesto delucidazioni sulla ripartizione dei parcheggi a favore dei residenti, sul personale da impiegare e sui costi da sostenere. Il Rup Cangemi ha spiegato che in merito ai costi delle attrezzature esse saranno a carico del Comune. Altro aspetto affrontato è stato quella dell’installazione, obbligatoria per legge dei parcometri che rischia di vanificare la presenza dei 24 ex lavoratori della Galileo da quasi venti anni addetti a questo servizio.

Ai vari quesiti ha risposto il sindaco Formica evidenziando che per evitare il ripetersi delle criticità del passato, stavolta l’Amministrazione ha deciso di puntare prima di tutto sul servizio, che dovrà essere efficace ed efficiente e poi sull’assorbimento dei lavoratori che comunque dovrebbe avvenire senza problemi.

Prima della messa in votazione della proposta per il parere il consigliere Midili ha ribadito le sue perplessità rispetto alla proposta di delibera evidenziando che sostanzialmente si è allo stesso punto di quanto nel luglio del 2016 il consiglio aveva preso posizione sulla questione. Il consigliere Rizzo ha invece posto l’attenzione sui costi elevati che graverebbero sul Comune “oggi improponibili visto che siamo in dissesto”

Di ben altro avviso le dichiarazioni dei consiglieri vicini all’Amministrazione. Il consigliere Nanì ha sottolineato l’assurdità di dover sommare altri ritardi frenando l’avvio di un servizio comunque importante per la città, mentre De Gaetano ha contestato all’opposizione di tenere comportamenti ostruzionisti e che con continui cavilli finisce col bloccare e respingere ogni proposta che giunge dall’Amministrazione. Assieme a Nanì ha invitato i consiglieri – che poi voteranno contro – a presentare delle soluzioni alternative per evitare che tutto continui a rimanere in stand by.

“Il parere negativo – ha detto in chiusura il presidente Franco Russo – scaturisce dal fatto che questo piano proposto dall’Amministrazione è in netto contrasto con alcuni punti de PUT. Inoltre con l’installazione, per legge, dei parcometri potrebbero non essere garantiti tutti i posti di lavoro e il costo degli stessi sarebbe a carico delle casse comunali visto che si andrà, nel corso di più anni, a rimborsarlo alla società aggiudicataria che provvederà all’acquisto. Pertanto si andrà a pagare qualcosa che una volta divenuto obsoleto entrerà a far parte del patrimonio comunale”.
 

Condividi questo articolo

guest
6 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
franco
franco
4 anni fa

ancora con questi fannulloni della sosta?civilizzatevi,ah già,tra 2 annetti si vota e quindi il caro grande fenomale magico sindaco ha bisogno dei voti delle famiglie dei fannulloni della sosta,questo non si chiama clientelismo?ora perchè licenziati devono per forza occuparsi di sta cosa……esistono i parcometri come del resto anche nei paesi del terzo mondo,ah gia milazzo è peggio.

peppe
peppe
4 anni fa

No a parcheggio ne a pagamento ne gratis nel centro. Pedonalizzazione spinta, solo mezzi elettrici ed ecologici, ZTL rigida .Se davvero vogliamo sostenere il turismo e il commercio. Rendere appetibile ecologica silenziosa la nostra bella Milazzo. Ma vedo sempre con piu rammarico che la amano solo i forestieri. I cosiddetti ecologisti non sono interessati ad una citta piu vivibile??

chicco
chicco
4 anni fa

Sono disoccupato e sono stato licenziato 10 anni fà, in che posizione mi trovo in graduatoria per lavorare come gli ex Galileo?

lillo
lillo
4 anni fa

Siccome sono stato licenziato pure io, posso entrare nella cerchia di questo servizio?

Massimo
Massimo
4 anni fa

Qualcuno mi spieghi perche’ noi cittadini dobbiamo caricarci di questo ulteriore costo relativo al personale ex galileo. Ben vengano l’installazione dei parcometri (previsto dalla legge fra l’altro). Quando fui licenziato io il comune di milazzo mica mi prese a carico….oppure vogliamo continuare col solito sistema politico/clientelare, il quale ha distrutto il nostro comune?

Francesco
Francesco
4 anni fa
Reply to  Massimo

questo lo doveva dire alla stessa amministrazione che in campagna elettorale si era impegnata ad assumerci subito, invece sono passati già 3 anni.Non vorrei che pensassero di farci credere che è colpa di Midili e company, perchè ormai li conosciamo molto bene……