Di Bella e Sergente

Cambio alla direzione tecnica della squadra Allievi Regionali della Folgore. Marco Italiano passa il testimone a Salvatore Sergente e Salvatore Di Bella. Mister Italiano, 33 anni, quindici anni di esperienza nei settori giovanili a tutti i livelli, il più piccolo allenatore del campionato regionale girone B e fra i più giovani dell’hinterland, già da tempo aveva manifestato la volontà di non seguire più gli atleti milazzesi a causa di nuovi impegni lavorativi. «Con rammarico – scrive – comunico la mia decisione di non ricoprire più il ruolo di responsabile tecnico, restando comunque nei quadri dirigenziali della società Folgore alla quale vanno i miei più sentiti ringraziamenti per aver trascorso questo anno e mezzo insieme. Gli impegni lavorativi, professionali e nuove opportunità formative non mi permettono purtroppo di seguire con la giusta assiduità e per come merita uno dei gruppi più giovani, se non addirittura il più giovane di questo campionato, di cui resterò il primo tifoso».

Marco Italiano

Marco Italiano già lo scorso anno aveva portato i ragazzi della Folgore a conquistare il quarto posto in classifica pur cominciando a stagione già avviata. Indiscutibile la sua professionalità che in passato lo ha persino portato a ricoprire il ruolo di psicologo dello sport tra le fila della Reggina Calciosquadra di calcio di Serie B, a Reggio Calabria «Questo – dice il presidente Salvatore De Luca – non è un addio ma una decisione giusta che era in discussione già da tempo». «Con l’augurio che i ragazzi possano raggiungere l’obiettivo stagionale che stanno dimostrando di meritare – continua Marco Italiano – e che chiede comunque ulteriori sforzi per essere raggiunto devo ammetere di non essere più nelle condizioni di dedicare a questo gruppo le risorse che meritano e necessitano e che son sicuro che i mister Sergente e Di Bella potranno dare». Decisione, quella del mister milazzese, che consolida la sua passione per il calcio. In città è conosciuto, tra le tantissime collaborazioni, anche per quella durata diversi anni con la squadra del Milazzo. Ma anche per il suo instancabile impegno nel sociale, settore in cui lavora come uno dei responsabili della Cooperativa Sociale “In Cammino” Onlus, particolarmente attiva sul territorio.  «Alla luce di queste riflessioni – conclude Italiano – e consapevole, a livello personale, comunque che come dice la Wintersons non esiste una scelta che non comporti una perdita, ritengo sia opportuno che il gruppo necessiti di persona più presenti di me. Forza Folgore».

Elena Saraò

(Giovanissimi Provinciali). Folgore/Messana: 3-0  Reti di: Matias Biltes 6′ pt, Federico Sanna (rigore) 20’pt, 15 ‘st Rosario Maiorana. Un risultato sicuramente che poteva essere più rotondo per i ragazzi allenati da Salvatore Sergente contro un modesto avversario che di certo non può nulla contro il divario tecnico e tattico dei ragazzi della Folgore. La partita si sblocca dopo pochi minuti con Matias Biltes che raccoglie al volo una corta respinta realizzando il primo vantaggio per i gialloblu.

Leandro Sottile

Fioccano le occasioni sbagliate clamorosamente fino al 20′ quando viene assegnato un penalty indiscutibile, che Federico Sanna realizza portando a due le reti per i padroni di casa. Nel secondo tempo la musica non cambia sono sempre i ragazzi del neo mister degli Allievi Regionali, Salvatore Sergente, a gestire la partita e ad incrementare il bottino delle occasioni da gol sbagliate, fino al 18′ quando Rosario Maiorana realizza il terzo gol con una pregiata azione. Ottima prestazione del giovanissimo portiere Leandro Sottile che nonostante la tenera età è di certo un promettente portiere per il futuro del gruppo della Folgore, così per Elena Saraò una ragazzina che in questa categoria ha poco da invidiare a più promettenti dei suoi compagni. Di certo in questo gruppo si stà lavorando con notevole interesse in prospettiva di un inserimento nei giovanissimi regionali.

 

 

 

Condividi questo articolo
2.045 visite