Problemi di trasparenza e democrazia al Comune di Milazzo. L’amministrazione Formica è in provincia di Messina quella che ha avuto la sanzione più alta per la mancata attivazione degli strumenti di democrazia partecipata. Dovrà restituire oltre 22 mila euro. Sulla Gazzetta ufficiale, infatti, è stato pubblicato il decreto del 28 dicembre 2017 con cui si applicano le penali «per il mancato o parziale attivazione di forme di democrazia partecipata previste dalla legge regionale n. 5/2014» relativo all’anno 2016.

In base a questa legge i comuni devono impiegare una percentuale dei trasferimenti (il 2%) nell’utilizzo degli strumenti che coinvolgano la cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune, in relazione alle risorse assegnate per l’anno 2016, pena la restituzione nell’esercizio finanziario successivo delle somme non utilizzate.

«Noi in realtà abbiamo comunicato alla Regione i nostri interventi – spiega il sindaco Giovanni Formica –  mi riferisco all’app per smartphone, all’adeguamento del sito internet, all’ufficio stampa. Evidentemente non sono state ritenute ammissibili».

Lo spirito della legge, infatti, è che questi interventi devono essere concordati con i cittadini tramite consulte o il coinvolgimento pubblico.

A dovere restituire delle somme, nel comprensorio di Milazzo anche Gualtieri Sicaminò che ha utilizzato solo una parte delle risorse (deve restituire 1822 euro su 10549 euro), Roccavaldina (quasi 7000 euro), Spadafora (deve restituire 1000 euro su 11 mila). In provincia di Messina il comune di Taormina dovrà restituire 18 mila euro, quello di Tortorici 15 mila.

guest
9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
senzapelisullalingua
senzapelisullalingua
4 anni fa

Trasparenza?Comunicazione,dialogo con i cittadini?Coinvolgimento pubblico?
Sono termini sconosciuti dall’amministrazione e dai consiglieri.Ad esempio:che ve ne pare della spesa di 1878 Euro stanziati con determina 223/18 alla ditta Tecnologia di Sindoni Antonino,per fornire al settore Ambiente e Territorio una telecamera WiFi per”controllare lo smaltimento dei rifiuti”.Sarà una telecamera d’oro?

animous
animous
4 anni fa

pero spiegate bene di cosa si tratta l’articolo con il titolo fatto così fa capire tutt’altro non è un modo corretto di fare informazione la “trasparenza” non ha nulla a che fare con quello di cui parlate purtroppo molta colpa delle cose la ha la cattiva informazione, hanno sbagliato procedura certo ma la “trasparenza” propriamente intesa è altro ……..

Domenico
Domenico
4 anni fa

La Regione dovrebbe avere il potere di estromettere i Sindaci se inefficaci e inefficienti. Subito dimissioni del Sindaco, poi voto

Tonese DOC
Tonese DOC
4 anni fa

Rendano funzionale ed efficiente la casella di posta elettronica rispettivamente certificata ed ordinaria.

Filippo de Silva
Filippo de Silva
4 anni fa

Ormai siamo sfottuti in tutto il mondo! Questo e altro quello che si merita Milazzo e i Milazzoti!!