PACE DEL MELA. Sono sul piede di guerra i genitori degli alunni che frequentano la scuola primaria Don Bosco di via Regina Margherita. In una lettera inviata agli amministratori comunali, all’ufficio tecnico comunale, all’Istituto comprensivo di Pace del Mela, al Genio Civile di Messina e al Comando provinciale dei vigili del fuoco, esprimono preoccupazioni sull’agibilità dell’edificio che ospita i piccoli alunni. I genitori fanno riferimento al crollo di intonaci avvenuto nell’ottobre scorso.

Secondo la relazione dell’Area manutentiva comunale – si legge nella lettera – «una porzione di solaio nei pressi dell’ingresso della prima aula del primo piano dell’edificio è rovinata sul pavimento senza arrecare altri danni», ed ancora l’ufficio «…ha eseguito una verifica informale ai solai delle altre aule riscontrando le medesime precarie condizioni statiche accertando il pericolo imminente di altri crolli». Il comune si è rivolto, così, ad una impresa per fare immediatamente dei lavori di somma urgenza non limitandosi agli intonaci ma ad interventi più “importanti” di risanamento delle armature dei solai. I genitori, però, vorrebbero maggiori sicurezze. Chiedono nella lettera di poter visionare la documentazione che attesti l’agibilità della scuola, conoscere le azioni che si intende prendere per «avviare un percorso di sicurezza della scuola», ipotizzando addirittura di prendere in considerazione la possibilità di trasferire in altre sedi la scuola.

A cercare di tranquillizzare gli animi è l’assessore alla Pubblica Istruzione Santina Pandolfo. «La scuola è soggetta a manutenzione continua – sostiene telefonicamente la componente dell’esecutivo Sciotto – naturalmente bisogna tenere in considerazione che è una costruzione del 1958. Non nascondo che quelle di questi giorni mi sembrano polemiche strumentali».

Intanto a scrivere al Comune di Pace del Mela è stato anche il Genio Civile. In una nota del 28 novembre invita l’amministrazione ad effettuare nel più breve tempo possibile lavori di manutenzione straordinaria a cominciare dalle cosiddette scarpe di piombo e delle curve di innesto ai pluviali (in eternit), intonaci, rifacimenti dei parapetti e dei cornicioni del primo piano.

Condividi questo articolo
889 visite

4
Rispondi

avatar
400
4 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Andrea Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Andrea
Ospite
Andrea

Finora…..

Andrea
Ospite
Andrea

Finora….

Andrea
Ospite
Andrea

In tutta questa vicenda è mancata fin’ora la presenza istituzionale dell’amministrazione comunale. I genitori chiedono trasparenza negli atti che trattano la sicurezza della scuola.
Come firmatario della lettera e genitore di un alunno che frequenta quella scuola pretendo di sapere se la scuola è sicura o meno. La scuola è conforme alle norme previste? SI o NO?

Andrea
Ospite
Andrea

In tutta questa vicenda è mancata fin’ora la presenza istituzionale dell’amministrazione comunale. I genitori chiedono trasparenza negli atti. La scuola è normativamente in regola? SI.., ok tutti tranquilli. NO… condividiamo un percorso per la messa in sicurezza. A distanza di 48 ore nessuna indicazione. Si attende riscontro.