Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Barcellona non fa sconti ai vertici della Raffineria di Milazzo che dovranno affrontare l’accusa di reati ambientali nel corso dell’udienza in camera di consiglio il prossimo 12 febbraio. Il  Giudice Fabio Gugliotta non ha accolto la richiesta di archiviazione del procedimento penale nei confronti del direttore della Raffineria di Milazzo pro tempore Marco Saetti e della stessa azienda difesi dallo studio Autru Ryolo di Messina. A proporlo era stata il Pubblico ministero che, sulla scorta di una consulenza del proprio perito, aveva deciso per chiudere il procedimento. 

Il giudice ha dovuto accogliere, come prevede la legge, le  corpose opposizioni delle associazioni del territorio nelle persone di Giuseppe Marano, Salvatore Andaloro, Vincenza Andaloro, Fortunato Cambria, Concetta Cuzzupè, Pietro Giardina, Giovanni Mastroeni, Maria Rosa Scibilia, Maria Giovanna Zullo, Salvatore Formica difesi dagli avvocati Antonio Giardina; Giuseppe Maimone dell’Adasc difeso dall’avvocato Vera Giorgianni; Manfredi Zammataro del Codici Sicilia difeso dall’avvocato Melita Cafarelli; Carmelo Castellano difeso dall’avvocato Giuseppe imbruglia. Nel corso dell’udienza di febbraio si entrerà nel merito, si ascolteranno le parti,  e si deciderà se proseguire con il procedimento o meno.

«Siamo ad una svolta epocale per il territorio di Milazzo e della  Valle del Mela per quanto riguarda le emissioni fuggitive di idrocarburi non metanici  – ha detto Giuseppe Marano». «Visto che la stragrande maggioranza delle istituzioni preposte alla tutela dela salute pubblica e dell’ambiente non hanno mai messo in atto nessun intervento concreto ci affidiamo alla giustizia italiana», ha commentato Peppe Maimone.

Condividi questo articolo
2.270 visite

14
Rispondi

avatar
400
7 Comment threads
7 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
9 Comment authors
GiuseppeeddySenze_speranzaMassimoDiritto o rovescio? Recent comment authors
più recente meno recente più votato
eddy
Ospite
eddy

Hanno fatto bene SAL, Domenico, ecc. a chiarire. Siamo alla fase iniziale , molto iniziale, di un procedimento penale che, secondo me, sarà archiviato o si chiuderà quando il petrolio non sarà più una fonte energetica competitiva e quindi la Raffineria di Milazzo è già chiusa .

Giuseppe
Ospite
Giuseppe

Scusa ma a cosa vorresti alludere? Che per caso la magistratura anche dinnanzi a reati contro la salute umana chiude un occhio o forse due???? Bravo complimenti per la tua vicinanza alla Raffineria.

Massimo
Ospite
Massimo

Non mi meraviglio che la magistratura rigetta un caso come questo. Tanto a prendere le malattie siamo noi coglioni milazzesi .

Diritto o rovescio?
Ospite
Diritto o rovescio?

Un Gip può solo decidere se le indagini preliminari sono finite e che gli indagati siano da rinviare a giudizio o meno. Che ci siano condannati lo deciderà il Giudice del processo. Il vostro “esperto” di cronaca giudiziaria lo vedrei meglio alle notizie di gossip

SAL
Ospite
SAL

Scusate “tecnici del diritto” ma non vi sembra che l’uso del termine “rigettata” non sia del tutto corretto??
Credo che sappiate anche voi che in caso di opposizione alla richiesta di archiviazione del PM, in ogni caso, il GIP può soltanto fissare l’udienza (in camera di consiglio peraltro) per decidere se confermare l’archiviazione o procedere con il rinvio a giudizio e quindi il dibattimento.

Domenico
Ospite
Domenico

Da tecnico del diritto sottolineo la necessità di prudenza. E’ presto per cantare vittoria. Il rigetto della richiesta di archiviazione signfica solo che sarà avviato il processo. Non e’ stato ancora condannato nessuno. E il processo potrebbe anche concludersi con assoluzioni. Per questo e’ utile, anzi necessario, mantenere alta l’attenzione e un profilo molto critico su quanto accadrà

Senza_speranza
Ospite
Senza_speranza

Alla faccia del tecnico del diritto… Veramente non significa proprio che inizia il processo ma solo che il gip convoca le parti in camera di consiglio per valutare le tesi della parte offesa e può decidere se continuare con un processo o archiviare tutto.

Domenico
Ospite
Domenico

Ascoltami bene senza speranza: Il GIP e’ il Giudice delle Indagini Preliminari. In questa fase NON c’e’ un processo e i soggetti sono indagati e non imputati. Il fatto che sia stata rigettata l’archiviazione significa che sarà fissata un’udienza nel corso della quale valutare il rinvio a giudizio degli indagati (che diverrebbero quindi imputati) o meno. Forse tu hai studiato CPP di un altro Stato.

Senze_speranza
Ospite
Senze_speranza

Bravo, ora ci hai azzeccato. Vedo che hai capito che hai detto una scemenza scrivendo che sarà avviato il processo. Meno male.

Domenico
Ospite
Domenico

Probabilmente continui a fai finta di non capire. In questa fase NON c’e’ un processo. quando tu scrivi “puo decidere se continuare un processo” sei atecnico, impreciso e superficiale. E’ vero invece che dopo il rigetto della richiesta di archiviazione puo iniziare il processo. Cosa che confermo. Peraltro il mio post si riferiva a ben altro che alle nozioni di CPP mai rendo conto che non ci arrivi

Senza_speranza
Ospite
Senza_speranza

Madonna mia… Manco sai leggere… Continuare CON un processo è diverso da continuare UN processo. L’italiano, santo cielo. L’ITALIANO!

Domenico
Ospite
Domenico

Certo certo tranquillo ho capito tutto.