Fra Vincenzo Serino, 94 anni, frate dell’ordine dei minimi, per 50 anni il “volto” del Santuario di San Francesco di Paola di Milazzo, è morto stanotte al convento di Pozzano, a Castellamare di Stabia. Il frate ultranovantenne, “cittadino onorario” di Milazzo,  aveva da tempo problemi di salute e viveva nel convento del centro campano accudito dai confratelli. Fra Vincenzo per chi era giovane negli anni 70/80 e frequentava il santuario era una figura a cui tutti volevano bene per la veracità con cui si rapportava con gli altri.

Nel 2013 Fra Vincenzo ha ricevuto una medaglia d’oro dal sindaco di Milazzo Carmelo Pino nel corso di una breve visita a Milazzo. Era ritornato a quattro anni dal trasferimento a Castellammare di Stabia in una struttura pensata per accogliere i confratelli più anziani. Milazzo però, gli è rimasta nel cuore. Come lui è rimasto nel cuore di migliaia di fedeli. I sacerdoti si alternavano ma Fra Vincenzo rimaneva sempre al suo posto.

Nonostante i cinquant’anni trascorsi a Milazzo non aveva mai perso il suo accento napoletano, mitiche le sue massime sempre in dialetto campano. Chi ha frequentato il santuario anche solo in occasione dei “Tredici venerdì” che precedono la processione del co-patrono di Milazzo, non può non ricordarlo. Per decenni si è mosso in città con la sua ape car che ritornava al santuario sempre piena di frutta, verdura, pesce fresco, formaggi. Quasi sempre si trattava di donazioni, un segno di devozione nei confronti di una comunità, quella dei minimi, ben voluta dal territorio, ma è indubio che a fare la differenza era anche l’umanità di Fra Vincenzo (u fratellu) che mostrava specialmente per gli “ultimi”.

Il sindaco Carmelo Pino gli  aveva consegnato ad un commosso Fra Vincenzo una medaglia d’oro. In passato aveva ricevuto dall’amministrazione comunale il riconoscimento di “cittadino onorario di Milazzo”. Bellissime giornate quelle trascorse da Fra Vincenzo a Milazzo con un unico cruccio: quello di non aver potuto dormire in quella che fu per decenni la sua stanza al primo piano del convento, occupata da altri ospiti. Per lui un confortevole alloggio al terzo piano. Nel video che segue una chiacchierata con Fra Vincenzo con gli interventi di alcuni “ragazzi” che sono cresciuti al santuario girato nel 2013.

Condividi questo articolo