Non cessa di placarsi la polemica sulla disponibilità del sindaco di Milazzo ad ospitare temporaneamente 25 migranti profughi provenienti dall’Africa con le “carrette del mare”, andando controcorrente rispetto ai suoi colleghi dei Nebrodi che hanno protestato platealmente. Ieri Giovanni Formica è stato ospite su Rete 4 della trasmissione “Dalla vostra parte”  – condotta nella versione estiva dal giornalista Giuseppe Brindisi (sostituisce il “titolare” Maurizio Belpietro) – assieme al sindaco di Vigevano Andrea Sala che sull’argomento ha assunto una posizione nettamente contraria.

Tra i due, in collegamento dai rispettivi uffici, sono scoppiate scintille. «Io non conosco perfettamente come si sono svolte le vicende a Castell’Umberto, la Sicilia lavora in condizioni di emergenza e si adottano soluzioni emergenziali. E questo mi ha spinto a dare la disponibilità del mio Comune a dare soluzione ad un problema anche se temporaneamente. E’ quello che un’istituzione fa», ha esordito Formica.

Da qui un botta e risposta (spesso confusionario e con sovrapposizioni) tra i due primi cittadini. «L’accoglienza è pura demagogia – ribatte il primo cittadino di Vigevano –  I veri problemi per i sindaci sono gli anziani, i disabili, i giovani, i cinquantenni che non trovano lavoro. Il sindaco deve guardare la sua comunità. Le nostre comunità sono in crisi. Giovani con difficoltà ad entrare nel mondo di lavoro. In provincia di Pavia si spendono un milione 600 mila euro, provenienti dallo Stato e dall’Ue, per i migranti. Questi soldi devono essere spesi per i nostri. Questa è una invasione in atto che va contrastata. Tra un anno quando finiranno i soldi questi diventeranno clandestini». Formica cerca di argomentare: «Il Comune non pensa di risolvere i flussi migratori. Io penso che qualunque cittadino italiano, specialmente se si trova a  capo di un ente territoriale, se si trova di fronte a persone che hanno bisogno ha il dovere di intervenire. Noi siamo siciliani e conosciamo il dramma della migrazione di massa per questo esprimiamo solidarietà a tutti quelli che si trovano in difficoltà». Non serve a nulla. Sala continua con la sua tesi. Ironica la replica di Formica. «Tu hai paura che qualche comunitario ti prenda la parola di sindaco. E non sarebbe male». 

ECCO LA PUNTATA COMPLETA DELLA TRASMISSIONE: (CLICCA QUI)

NOI CON SALVINI NON CI STA. Il Movimento “Noi con Salvini” di Milazzo, coordinato dal responsabile Mario Saporita, commenta le dichiarazioni del Sindaco Formica. «Anche questa volta – commenta il Movimento milazzese –  dobbiamo ammettere che il Sindaco Formica è riuscito a sorprenderlo: in negativo purtroppo. Milazzo è una città in stato di abbandono, priva delle risorse per le necessità essenziali, trascinata in un dissesto economico drammatico per miopia velleitaria. Qui si sta imponendo la presenza di persone che non soltanto non hanno l’aspetto di bambini siriani, ma, statistiche alla mano, sono in massima parte persone in cerca di fortuna, spinte dalle organizzazioni criminali che gestiscono questo traffico. Accogliere queste persone non è solidarietà, ma buonismo: esattamente il contrario».

Saporita continua. «Le parole del Sindaco Formica suonano in maniera provocatoria, soprattutto alla luce del fatto che non troppe settimane fa ha fatto eseguire degli sfratti ai danni di alcune famiglie in stato di indigenza. Ancora oggi noi diciamo: “Prima di tutto i milazzesi”».

Il Movimento “Noi con Salvini” di Milazzo – conclude la nota – intende scendere in strada insieme a tutta la cittadinanza, per difendere ad oltranza il nostro popolo, il Sindaco Formica lo faccia pure, scenda anche lui in piazza a spiegare alla gente perché tanti milazzesi, che hanno perso tutto, devono vivere nella disperazione, mentre dei baldi giovanotti africani, vestiti bene, con cellulari di ultima moda, hanno invece diritto di essere “accolti”e magari mantenuti con dei soldini in tasca”.

Condividi questo articolo
1.685 visite

guest
20 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
peppe nappa
peppe nappa
3 anni fa

è questo che parla (anche i pulici hanno a tussi) https://www.facebook.com/mario.saporita

caravello
caravello
3 anni fa

paladiana allo scempio! il tono distrutto non curato! un ragazzo e stato investito perche lo stesso comune e incapace di inserire dei DOSSI !!! cioe quello dovrebbe essere la prima cosa ! che immigrati… si vede la priorita di questo sindaco! dal tronde ha creato la pista ciclabile piu piccola di del MONDO…ridicolo! altri sindaci sono stati pessimi, ma lui ha proprio toccato il fondo..

caravello
caravello
3 anni fa

semplicemente vergogna. ma perche gli stessi consiglieri comunali non lo sfiuduciano ??? cioe e assurdo! i milazzesi muoiono di fame, l intera citta e piena di aiuole distrutte, marina garibaldi allo sbando con quelle belle palme! ho visto il sindaco due giorni fa, mi trovavo a passere, nero come la pece… altroche palazzo comunale, questo se ne va a mare… il paladiana???

Francesco iantelli
Francesco iantelli
3 anni fa

Io che da milazzese son dovuto migrare invece è normale…sostituiamo tutti milazzesi con i migranti…pel paese di merda!!!!

IosugnuBeddu
IosugnuBeddu
3 anni fa

MA PERCHE’ ESISTE UN “NOI CON SALVINI” A MILAZZO?? CHI E’ QUESTO ASCARO MILAZZESE CHE STA CON IL PADANO SALVINI?? Voglio vederlo in FACCIA!!!