L’appuntamento è previsto oggi pomeriggio alle 16,30. I comitati dei cittadini che da anni si battono contro la realizzazione di un termovalorizzatore all’interno della centrale A2A manifesteranno pacificamente per confermare il loro no contro l’impianto che sarebbe alimentato con il Css, combustibile ricavato dal trattamento dei rifiuti organici. Nel mirino c’è il neo commissario straordinario Alfredo Biancuzzo che pochi giorni dopo l’insediamento alla guida del comune filippese si sarebbe mostrato troppo morbido nell’ambito di una riunione negli uffici romani del Ministero dell’Ambiente. Il sit-in nasce per invitare l’amministrazione «a formulare un parere definitivamente contrario nell’ambito della Valutazione di Impatto Ambientale (VIA)».

Ieri notte è apparso sui muri di San Filippo un messaggio rivolto proprio a Biancuzzo: il riferimento è al referendum 2016 quando oltre il 90% dei votanti si è espresso contro il cosiddetto inceneritore. “20609 SI, un solo No. Biancuzzo chi?”. «Anche se il Commissario Biancuzzo è legittimato giuridicamente a rappresentare il Comune, il fatto che la sue funzioni siano solo transitorie e non siano supportate da alcun suffragio comporta un vulnus sostanziale nel funzionamento della vita democratica della comunità filippese e dell’intero comprensorio – scrive il comitato Noinceneritore – Quella dell’inceneritore è la questione politica locale più importante degli ultimi anni e per ben due volte gli istituti democratici disponibili nel nostro ordinamento hanno dato voce a una netta e inequivocabile contrarietà popolare, sia nella forma indiretta della delibera che diretta del referendum».

Anche Italia Nostra Milazzo sarà presente alla manifestazione. «Alle motivazioni condivise relative ai pericoli per l’ambiente e per la salute dei cittadini – scrive l’associazione –  aggiungiamo, dati gli specifici obiettivi della nostra associazione, quello di opporci a logiche che continuano a perseguire la scelta dell’ industrializzazione pesante, manifestamente  incompatibile con la della valorizzazione del patrimonio culturale e naturalistico del nostro territorio e della sua “bellezza”»

 

Condividi questo articolo
1.219 visite