Angela Bianchetti

L’iter per la realizzazione di un termovalorizzatore alimentato a Css (Combustibile derivato dai rifiuti) all’interno della Centrale A2a di San Filippo del Mela ritorna d’attualità dopo la riunione romana a cui a partecipato il neo commissario straordinario del comune di San Filippo del Mela Alfredo Biancuzzo. Ecco il testo integrale di una lettera aperta scritta da Angela Bianchetti, consigliera comunale di Pace del Mela:

Egr. Commissario,

ho letto la Sua dichiarazione sul quotidiano “Gazzetta del Sud” in merito alla realizzazione dell’inceneritore presso la centrale termoelettrica di Archi.

Non mi sarei mai aspettata da un commissario tale affermazione: “Non c’è un’avversitá a priori all’impianto ma va rispettata una serie di condizioni essenziali per poter dare il via definitivo alla realizzazione dell’opera che ha una forte valenza metropolitana.”

Da donna delle istituzioni, che ho l’onore di rappresentare i cittadini all’interno del Consiglio Comunale sono rimasta esterefatta, disgustata e allibita.

Lei sicuramente disconosce lo straordinario lavoro delle Associazioni ambientaliste, delle Amministrazioni e dei Consigli Comunali e soprattutto della popolazione. 23 enti locali (fra cui San Filippo del Mela) si sono espressi con atti amministrativi contro la realizzazione dell’inceneritore, migliaia di cittadini hanno più volte invaso le nostre strade per manifestare contro la realizzazione di questa nefasta opera, la popolazione, tramite uno strumento di democrazia partecipata, ha votato contro questo ecomostro. È stato approvato il piano paesaggistico, alcune associazioni e alcuni enti locali si sono costituiti al Tar contro un ricorso proposto dalla società, il ministero dei beni culturali ha già dato parere negativo vincolante all’interno della procedura VIA, sono state trasmesse diverse osservazioni che argomentano tecnicamente l’impossibilità di realizzare un bruciatore di spazzatura nel nostro territorio… E lei caro commissario cosa dichiara? Che bisogna realizzare l’inceneritore.

Opera strategica forse per onoranze funebri e per creare business sulla pelle dei cittadini. La stessa Città Metropolitana di Messina ha già dato il proprio parere negativo.

La Sua dichiarazione ha calpestato la democrazia e la volontà istituzionale e popolare.

Io prima di essere consigliere comunale sono mamma, donna e cittadina di questo territorio e non consentiró ulteriori scempi ambientali.

Un impianto industriale del genere condanna a morte l’intero comprensorio e non può essere assolutamente un solo uomo al comando a decidere le sorti di oltre 100.000 persone. Lei è stato nominato commissario dal Presidente della Regione Siciliana e lui stesso ha più volte affermato che non è possibile realizzare l’inceneritore a San Filippo del Mela. Il Consiglio comunale di San Filippo del Mela ha deliberato all’unanimità contro ogni tipo di impianto di incenerimento di rifiuti sul proprio territorio. Si è trattato di una delibera di indirizzo per l’amministrazione comunale di cui Lei dovrá tener conto. Migliaia di cittadini della Valle del Mela (circa 2800 a San Filippo del Mela) hanno votato contro il progetto di A2A in tre referendum comunali, con percentuali di “NO” comprese tra il 96% ed il 99%. Non riesco a comprendere in base a tutti questi elementi la sua volontà di realizzazione di questo impianto.

Voglio immaginare che la Sua dichiarazione è stata fatta senza un’attenta e oculata analisi e auspico che a breve leggeró sulla stampa la seguente dichiarazione: ” il commissario del comune di San Filippo del Mela a fianco della popolazione, delle associazioni e delle istituzioni locali contro la realizzazione dell’inceneritore”.

Angela Musumeci in Bianchetti
Consigliere Comunale di Pace del Mela.

Condividi questo articolo
1.071 visite

4
Rispondi

avatar
400
4 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
pippoMelo Recent comment authors
più recente meno recente più votato
pippo
Ospite
pippo

considerando che le discariche arricchiscono le mafie ( ci butto tutto e di più), è la facilità con cui si inquinano le falde acquifere sicuramente le rende assai più pericolose di un termovalorizzatore che se ben gestito produrrebbe solo anidrite carbonica, chiaramente è il progetto che deve essere valido.

pippo
Ospite
pippo

personalmente non sono mai contrario a un progetto se non prima lo conosco a fondo, considerando il fatto che i termovalorizzatori sono costruiti un pò in tutta europa e in nazioni che con tutto rispetto ritengo molto più serie della nostra, non vedo i motivi per cui non possano essere costruiti anche da noi, sicuramente è una soluzione migliore di una discarica.

pippo
Ospite
pippo

è facile cavalcare la tigre, quando questa viene alimentata dalle paure ciò è ancore più facile. Questa signora che fà politica come la classe politica attuale in modo scadente perchè sono scadenti , scadenti a tutti i livelli.
Dia lei le soluzioni serie e non utopie al posto di parlare male delle soluzioni altrui sia propositiva con fatti e progetti.
Facile criticare difficile e fare.

Melo
Ospite
Melo

Su un’opera strategica così importante, un tecnico dà un giudizio tecnico, soprattutto neutro, lontano da fumi ideologici, ambietali, o sa facili consensi elettorali; subito viene accusato di lesa maestà. Purtropppo l’unica cosa ad essere inquinato è il dibattito su questa vicenda… intanto la monnezza e la sporcizia fanno da contorno al panorama.