E’ stato il blocco delle caldaie della centrale termoelettrica A2A di San Filippo del Mela a provocare il boato proveniente dalla zona industriale di Milazzo che ha turbato i sonni dei residenti nel comprensorio intorno a mezzanotte. Il rumore è stato avvertito fino a Monforte Marina. L’apertura della valvola di sicurezza è scattata dopo che una delle caldaie dell’impianto è andata in blocco a causa dell’eccessiva pressione smaltita con un’alta colonna di vapore. L’associazione ambientalista Adasc ha anticipato che scriverà al ministero dell’ambiente per chiedere una ispezione visto che non si tratta del primo episodio.

guest
5 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Davide
Davide
5 anni fa

Chiudetela! non se ne può più! Una delle rovine di Milazzo, altro che lavoro, occupazione, sviluppo, crescita… Tutte fandonie! Milazzo avrebbe dovuto puntare sul turismo, sul cosiddetto “terziario”, non su una attività di scempio del paesaggio, del mare, dell’aria…

Melo
Melo
5 anni fa
Reply to  Davide

Ma vai a lavorare, sul serio e non dire scemenze, ripeti i soliti luoghi comuni, vai a vedere com’è tenuto lurido Milazzo e parli di turismo…

john caccamo
john caccamo
5 anni fa

Raffineriaaa??? e mo soccazzi vostri!

joshua
joshua
5 anni fa

Se ha funzionato la valvola di sicurezza vuol dire il sistema funziona. Che cazzo devono scrivere a fare gli ambientalisti. Poi perdono credibilità se mummuriano pure x una psv che ha fatto il suo lavoro. Ridicoli

Antonio
Antonio
5 anni fa

Qualche giorno saltiamo tutti per aria e nella notte, saluti