«Nel periodo di intervento delle valvole di sicurezza (tre minuti tra apertura e chiusura) si è generata una emissione sonora determinata dalla fuoriuscita del vapore acqueo in atmosfera. I sistemi di abbattimento degli inquinanti sono rimasti regolarmente in esercizio e funzionanti e tutte le misure, registrate al camino, si sono sempre mantenute nella norma». A sostenrlo è una nota ufficiale di  A2A Energiefuture, proprietaria della centrale termoelettrica di San Filippo del Mela. L’azienda è intervenuta  sul forte boato che alle 00:03 di stanotte ha tenuto con il fiato sospeso i residenti del comprensorio di Milazzo.

ma cosa è successo? Secondo quanto sostiene l’azienda «si è verificato un intervento del sistema di regolazione della pressione della miscela acqua-vapore della caldaia del gruppo 1 da 160 MW. Tale evento – continua – ha comportato, come da prassi, l’attivazione del sistema di sicurezza e protezione di cui è dotata la caldaia, determinando l’azionamento delle valvole di sicurezza con conseguente scarico del vapore acqueo in atmosfera».

Condividi questo articolo
1.122 visite

guest
5 Commenti
più recente
meno recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo
Paolo
3 anni fa

Era il forno a vapore dei biscotti di Banderas…..dormite sereni e tranquilli, concittadini, i biscotti si son salvati! Ipocriti

Ignorante e in bolletta.
Ignorante e in bolletta.
3 anni fa

Ma a chi vogliono prendere in giro….
sono uscito di casa alle 5 del mattino per andare in aeroporto.
Signori, non si respirava, puzza impressionante…..
La notte e quando piove , smollano di tutto di più.

tecnico
tecnico
2 anni fa

quegli odori arrivano dalla raffineria non dalla centrale…

Catone
Catone
3 anni fa

Ma nessuno ha niente da dire?
tutto normale?
vabbè….adesso si che mi sento rassicurato.

john caccamo
john caccamo
3 anni fa

in effetti non c’è nessun pericolo di fumate nocive.
Se casomai dovesse saltare in aria “qualcosina” si rischia solo di fare la fine che hanno fatto fatto i giapponesi di Hiroshima e Nagasaki nel ’45…