Quella che sembrava una boutade, potrebbe diventare ben presto realtà: per combattere il proliferare di zecche il comune di Milazzo creerà una colonia di galline all’interno della Cittadella fortificata che saranno libere di muoversi all’interno del monumento con l’obiettivo di  andare a caccia di zecche.

Nelle settimane scorse la proposta è stata presentata dall’associazione Adasc all’amministrazione Formica tra sorrrisi e ironie dopo le polemiche innescate sui social per il cattivo stato igienico in cui si trova la cittadella: troppe sterpaglie in cui si annidano i parassiti e locali sporchi. Da quello che risulta ad Oggi Milazzo la Soprintendenza di Messina contattata informalmente da Palazzo dell’Aquila avrebbe dato un assenso di massima ma si attende la risposta ufficiale per liberare i pennuti.

In questi giorni, comunque, è stata avviata la disinfestazione “anti zecche” in alcune aree del complesso monumentale a cura dei giardinieri comunali coordinati dall’assessorato all’Ambiente. Una soluzione “tampone” che – secondo l’amministrazione – potrebbe essere superata dalla presenza delle galline. La cittadella fortificata di Milazzo si estende su 6 ettari di terreno.

Condividi questo articolo
1.623 visite

guest
18 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
nicola
nicola
3 anni fa

ma non capisco….come mai siete sorpresi.?….
il canile in via medici ed il pollaio al castello….
cosa c’è di male?

giuseppe
giuseppe
3 anni fa

Già a Milazzo ne siamo pieni, ma quella depositata sulle pietre storiche del castello chi la spala?

peppe
peppe
3 anni fa

In una città porcile, un castello pollaio… e sapete tutti qual è la stalla degli asini

Nicola Pètrina
Nicola Pètrina
3 anni fa

tra qualche tempo bisognerà portare una colonia di volpi per mangiare le troppe galline, e poi una colonia di cacciatori per uccidere le volpi. E così via all’infinito. Scherzi a parte, avete mai visto una cosa simile in un altro monumento storico in Europa? la pezza è peggiore del buco

Si scrive boutade
Si scrive boutade
3 anni fa

Si scrive boutade ma si legge “solenne minchiata”: il Castello deve avere una sua sopraintendenza che si occupa ogni giorno di manutenzione, pulizia, turnazione, organizzazione eventi e quant’altro.
Le teste egregie del cerchio magico del sindaco farebbero meglio a pensare di meno e agire di più, evitando di far cadere ancor di più Milazzo nel ridicolo