Stamattina il gip del Tribunale di Barcellona, Fabio Gugliotta, ha revocato la misura cautelare emessa a carico dell’ex sindaco di San Filippo del Mela, Pasquale Aliprandi, che così è stato rimesso in libertà. Rispetto all’ex vice sindaco Pippo Recupero rimesso in libertà poco dopo le sue dimissioni dall’incarico politico in modo che decadesse la possibilità di reiterare il reato di concussione contestato dalla procura, Aliprandi ha dovuto attendere il 22 maggio prima di potere presentare l’istanza. Le sue dimissioni, infatti, non erano immediatamente esecutive ma potevano essere ritirate nell’arco dei venti giorni successivi. 

Entrambi sono coinvolti in un inchiesta su una presunta concussione legata alla realizzazione di una “Città della Moda e della Tecnologia” nella frazione Archi. I fatti risalgono al 2011 e nell’inchiesta sono coinvolti anche il sindaco dell’epoca Peppe Cocuzza e l’ex consigliere Massimiliano Ragno. Anche per questi ultimi due il pm Alessandro Liprino aveva chiesto gli arresti ai domiciliari ma sono stati negati dal Gip poichè non ricoprivano incarichi amministrativi nell’attuale esecutivo ed, eventualmente, non avrebbero potuto reiterare il reato.

I due amministratori sono difesi dagli avvocati Marcello Scurria, Carmelo Vinci (Aliprandi), Tommaso Calderone e Gianni Pino (recupero).

NUOVO CONSIGLIERE COMUNALE.  Il maresciallo in pensione Stefano Sindona è stato nominato consigliere comunale di San Filippo del Mela, al posto del dimissionario Pippo Recupero. Il provvedimento è stato adottato nell’ultima seduta di consigio comunale. 

Condividi questo articolo
1.032 visite