ISTITUTO COMPRENSIVO SAN FILIPPO. Ciao papà,  anche se non sono potuta stare al tuo fianco per molto, ci tengo a dirti che sei stato e sarai sempre il migliore del mondo. Tu, purtroppo sei morto all’età di 39 anni cioè quattro giorni prima del mio sesto compleanno. Di te mi mancano tantissime cose, i tuoi abbracci, i tuoi baci, i tuoi sorrisi, le tue carezze, in poche parole mi manchi da morire. Ora  visto che non te l’ho detto quasi mai, ci tengo a dirti che ti voglio un bene infinito. Ricordo, come se fosse ieri, quando, in estate, tu mi portavi insieme a mio cugino a fare dei bei giri sul motorino. Io volevo stare sempre davanti, tu mi accontentavo, e mi divertivo a suonare il clacson, svegliando tutto il vicinato. Oppure quando tu mi compravi dei cioccolatini e andavamo a mangiarli al parco giochi. Appena finiti, io, ti prendevo per mano, ti portavo fino all’altalena e tu mi spingevi e mi sorridevi. Io penso molto a quel giorno, quando mia mamma mi diede la brutta notizia, in quel momento mi cadde il mondo addosso e scoppiai in una valanga di lacrime. Tu, sei morto per colpa di una bruttissima malattia; ricordo quando, per farti compagnia, venivo nella tua camera da letto, dove tu eri sdraiato e non potevi alzarti, prendevo il mio tavolino verde e mangiavo lì, facendo lunghi discorsi insieme a te. Come dimenticare quando mi hai insegnato ad andare in bici senza rotelle, che io la chiamavo “dei grandi” eppure quando, cadevo spesso, tu con grande impegno mi alzavi sempre, però a poco a poco ho imparato! Oppure quando facevamo fare delle passeggiate a briciola, il nostro cane; tu un pomeriggio me lo hai fatto tenere ed io, per sbaglio, l’ho fatto scappare e per riprenderlo ci siamo dovuti fare una bella corsa! In estate tu mi avevi comprato una piccola piscinetta, dove io con un gesto schizzavo acqua a te ed a Briciola. Papà, anche se è stato poco il tempo trascorso insieme, l’ho vissuto pienamente e sono contenta di averti avuto come papà, sei il migliore!

  Maria Saporita V B Olivarella 

Articolo Fuori Concorso

Condividi questo articolo