«Non è piacevole per un amministratore dover andare avanti a “colpi” di ordinanze contingibili ed urgenti, anche se supportate da pubbliche manifestazioni di interesse. Ho segnalato l’anomalia alla Regione con una lettera al presidente Crocetta e al Ministero dell’Ambiente».

Il sindaco Giovanni Formica ha incontrato a palazzo dell’Aquila Ettore Ragusa, commissario straordinario per le Srr di Messina (le società volute dalla Regione che si occuperanno della gestione dei rifiuti nei comprensori), alla presenza dell’assessore Damiano Maisano, del dirigente Raffaele Cucinotta e dei funzionari del settore Ambiente per fare il punto della situazione sulla gestione del comparto rifiuti a seguito appunto della decisione della Regione di avvalersi del commissario per cercare di mettere ordine su una matassa abbastanza ingarbugliata.

A dire il vero, sono stati pochissimi gli elementi di novità e l’unica certezza che è venuta fuori è che il Comune dovrà continuare a farsi carico delle manifestazioni di interesse per la gestione del servizio. Ciò nonostante – come sottolineato dallo stesso sindaco Formica – alcune comunicazioni giunte da Palermo avessero lasciato intendere un percorso diverso, ovvero che alla scadenza dell’ultimo appalto, a gestire la questione sarebbe stato il commissario delle Srr.

Ragusa ha invece spiegato che la gara, unica per tutto il territorio potrà esserci  non appena tutti i Comuni avranno fatto pervenire i rispettivi piano Aro e in tal senso un ulteriore sollecito è stato fatto proprio a Milazzo.

 

Condividi questo articolo
506 visite