ISTITUTO RENATO GUTTUSO. E’ ormai noto a tutti che il Castello di Milazzo è solo una parte, certamente la più evidente e caratteristica, di un intero complesso urbanistico denominato cittadella fortificata, o “città murata”. Negli ultimi tempi l’interesse della cittadinanza, e soprattutto dei giovani, verso questo sito, è stato alimentato con iniziative ed eventi vari, occasioni preziose per visitarlo e conoscerlo meglio. Coinvolgere gli studenti è una splendida idea, ne abbiamo avuto le prove. Sabato 1 aprile si è svolto a Milazzo, nella bellissima cornice della cittadella fortificata, il convegno “La Città Murata, non un vuoto da riempire, ma un pieno che va custodito e valorizzato”. Il convegno sul castello di Milazzo  è stato organizzato da “Italia Nostra”. Erano presenti  Marco Parini, presidente Nazionale di “Italia Nostra”, il sindaco Giovanni Formica, il soprintendente ai Beni Culturali e Ambientali Orazio Micali ed il presidente della sezione di Milazzo di “Italia Nostra” Guglielmo Maneri, eletto nel febbraio del 2016.

Il convegno è il più recente di una serie di eventi dedicati alla valorizzazione dei beni culturali ed ambientali di Milazzo. Alla manifestazione hanno preso parte gli istituti superiori della città. Il fine dell’iniziativa è quello di incrementare la conoscenza e la consapevolezza di quale scrigno di storia, cultura e memoria è quel “magnifico luogo”, ma soprattutto di lanciare una proposta concreta che possa valorizzarlo come un grande “museo all’aperto”, un moderno museo diffuso che racconti la vita, gli avvenimenti storici e sociali di un sito che è stato struttura militare, Città civile, comunità religiosa. Aprire definitivamente la Porta dell’Isola, riprendere gli scavi, ricostruire i vecchi percorsi, abolire il progetto del teatro in cemento, istituire il Museo delle Fortificazioni, individuare e rendere conoscibili le cisterne, creare l’Auditorium nell’ex Chiesa di S. Maria e far riemergere gli antichi percorsi sono gli obiettivi di “Italia Nostra”, come è emerso dall’intervista rilasciata dal presidente Guglielmo Maneri agli alunni dell’Istituto d’Istruzione superiore “Renato Guttuso” che hanno apprezzato la mostra fotografica presente nel Monastero delle Benedettine ed hanno preso parte alla caccia fotografica e quindi alla scoperta di luoghi meno noti organizzata dall’Associazione di cultura fotografica “Io ti invito”.

Gli studenti del Guttuso, indirizzo Liceo artistico, hanno offerto ad “Italia Nostra” la loro collaborazione per originali iniziative future, che consolideranno, almeno questo è l’auspicio, un partenariato già, nei fatti, avviato.

MARIA CHIARA BUSCEMI III D

Liceo Artistico 

Condividi questo articolo
487 visite