Peppe Maimone

SAN PIER NICETO. Le disastrate condizioni delle strade dell’ex Asi (oggi Irsap) che attraversano l’area industriale di Milazzo saranno a centro di una riunione tra il Commissario Straordinario dell’Irsap Maria Grazia Brandara, le amministrazioni comunali, il comitato delle aziende del territorio la Città metropolitana e l’Autorità portuale.  L’incontro, promosso da Peppe Maimone, presidente dell’associazione ambientalista Adasc, si terrà il 3 maggio, alle ore 11 al comune di San Pier Niceto.

Discariche a cielo aperto, manto stradale disastrato, scarsa illuminazione, mancanza di vigilanza. I disagi messi in risalto dalle imprese rapresentante dal portavoce Pino Galluzzo sono tante. E limitano l’espansione delle attività coem riportatto in un documetno congiunto firmato davanti a Paolo Agnelli, presidente nazionale di Confimi Industria.

Maria Grazia Brandara

L’Irsap a gennaio ha richiesto, ai soggetti competenti nel territorio, l’emanazione di un’ordinanza di chiusura al traffico dell’asse viario, alla quale hanno riposto positivamente San Pier Niceto e Monforte, per i tratti di loro competenza. Gli altri comuni invece non hanno aderito alla disposizione. A cominciare da Torregrotta. Il comune guidato da Corrado Ximone ritiene che la chiusura «non può in alcun modo ritenersi soluzione utile, corretta e risolutiva, in quanto si correrebbe il rischio di aggirare il problema in essere semplicemente bloccando l’accesso all’arteria, che risulta fondamentale per le attività economiche del territorio e per lo spostamento dei cittadini. La strada è l’unica alternativa alla SS113 per snellire il traffico extraurbano».

 

Condividi questo articolo
572 visite

3
Rispondi

avatar
400
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
3 Comment authors
Il popoloFrancescodomenico giorgianni Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Il popolo
Ospite
Il popolo

Prima di tutto portare in galera i vecchi dirigenti asi e seguestrargli i beni poi ripristinare tutto e mettere i vigili a controllare il teritorio , che non fanno nulla nei comuni oltre a montare l auto velox e prendersi lo stipendio, i vigili hanno un conpito che gia viene espresso dalla parola stessa vigile e vigilante

Francesco
Ospite
Francesco

Non c’e’ bisogno di fare tutto un polveronecon sterili, inutili e propagandistici incontri.C’e’ solo da inviare un equipe di tecnici, stanziare fondi e fare gara di appalto per il ripristino delle condizioni di decenza.Tutto il resto e’ pomata per i calli.

domenico giorgianni
Ospite
domenico giorgianni

un altro inutile carrozzone politico, asilo per trombati ed amici degli amici