Entro fine aprile i controlli con l’autovelox a Milazzo diventeranno operativi. L’apparecchiatura è giunta a Milazzo il mese scorso e in queste settimane è stata testata principalmente nell’asse viario dove su un limite di 80 km orari e in alcuni tratti di 50 sarebbero stato registrati mezzi che percorrevano l’arteria a 120 chilometri orari. Il vecchio box posto tradizionalmente all’inizio del tratto urbano,  in direzione Milazzo, è stato rimosso e il comando dei vigili urbani sta attentendo quelli nuovi zecca che verranno disposti lungo l’arteria che collega lo svincolo autostradale con il centro cittadino passando per i centri commerciali.

Presumibilmente dopo Pasqua si dovrebbe partire con i controlli. Un’amara sorpresa per gli automobilisti. Il nuovo autovelox (che durante i test si è scoperto si trattava di un modello con meno optional rispetto a quello acquistato ed è stato rispedito al mittente per la sostituzione), infatti, riesce a fare video e foto ad alta risoluzione ad una distanza di 25 metri e, addirittura, a registrare contemporaneamente la velocità di più mezzi in fase di sorpasso.  L’intento del corpo municipale è quello di spostare l’apparecchiatura periodicamente anche lungo la litoranea di Ponente e la panoramica (prima bisogna trovare una intesa con la Città metropolitana, proprietaria delle arterie in questione) specialmente nel periodo estivo.

Condividi questo articolo

guest
16 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Yanez de Gomeira
Yanez de Gomeira
4 anni fa

non capisco di cosa parlano tutti questi esperti che hanno commentato con minchiate di quelle più disparate, senza sapere cosa dicono – E’ meglio stare zitti, o prima di parlare, aggiornarsi da fonti ufficiali e non dal pettegolezzo dei Milazzoti stessi!

fabio
fabio
4 anni fa

Perché non spendevano quei soldi per togliere l’amianto dal tetto dell’ex Molini lo presti che se non erro è di proprietà del Comune

Automobilista correttissimo
Automobilista correttissimo
4 anni fa

Invece di punire le infrazioni gravissime in piena città,derubano indisturbati gli automobilisti attraverso il perverso autovelox.Chi lo ha tarato?E’ lecito impiegarlo a tradimento magari appostati dietro le siepi come i ladri?Sanno che gli incassi si possono usare SOLAMENTE per segnaletica e guasti stradali?Spero che qualche giudice ponga fine a questa vergogna buona solo a derubare i cittadini.

Francesco
Francesco
4 anni fa

L’autovelox è il modo più semplice di fare cassa.
Si dovrebbe denunciare chi ha la responsabilità per danno erariale perché sono passati più di due anni e ancora non non è stato nemmeno elaborato il bando per i parcheggi a pagamento causando un mancato introito per le casse comunali

asse viario
asse viario
4 anni fa

questi non sanno più come fare cassa!! una segnaletica fatiscente strisce pedonali inesistenti cosi come gli stop a terra per non parlare dell’asse viario assolutamente fuori dalle regole del codice della strada!!! ,ma loro pensano a fare cassa!!!

ciccio
ciccio
4 anni fa
Reply to  asse viario

oltre all’autovelox per fare cassa basterebbe sanzionare il parcheggio selvaggio, chiedere una segnaletica regolare è giusto ma non necessita per i parcheggi in doppia fila oppure all’interno delle rotatorie