Il consigliere comaunale Antonio Foti, Consigliere comunale di Milazzo ha comunicato di aver lasciato il Partito Democratico per aderire al nuovo progetto politico dei Democratici e Progressisti.  

“Non mi ritengo – afferma – uno scissionista. La scissione è già avvenuta nel corso di questi ultimi anni che hanno visto allontanare dal Pd gran parte della sua base. Una scelta di vero cuore. Non sussistevano più le condizioni politiche per una mia permanenza nel Pd. Quattro anni di battaglie e di lotte interne senza dimenticare il lungo commissariamento in provincia di Messina. Un partito che ha perso la sua identità e soprattutto la sua vocazione territoriale.

Continuerò – conclude – nel mio piccolo ad occuparmi, da Consigliere comunale della mia città, dei grandi temi del territorio. Una elaborazione che nasce nel centro sinistra milazzese e che rappresenta un patrimonio di contenuti che non va disperso. Adesso è il momento di una nuova costituente della sinistra che, dopo il forte segnale dato dai cittadini nel referendum del 4 dicembre,  riparta dalle questioni sociali mettendo al centro il tema delle diseguaglianze, della scuola, del lavoro, dei giovani, della tutela dell’ambiente e del mezzogiorno d’Italia”.

Condividi questo articolo
1.089 visite

guest
3 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco
Francesco
3 anni fa

Gia’ si fatica a capire chi e’ il sindaco di Milazzo,mi piacerebbe sapere cos’e’ il PD e conseguentemente anche il Sig Foti.Anzi ho sbagliato ora che ci penso l’ anno detto al Tg 1

giovanni
giovanni
3 anni fa

Dobbiamo prepararci ai cambi di casacca, in vista delle elezioni regionali e di quelle nazionali! Foti era dell’IDV di Di Pietro, o ricordo male? E adesso che ha lasciato il PD, rimarrà sempre a sostenere l’amministrazione FORMICA? Se la risposta è SI’, è chiaro che abbia cercato uno spazio vitale anche lui, e chissà che non nutra ambizioni di comando!

Esperto di Politica
Esperto di Politica
3 anni fa

Minchia! Questa si che è notizia.
Vorrei capire ci cavolo se ne fotte se questo gran personaggio ha lasciato il PD. La notizia è talmente importante che l’hanno messa pure sull’app del Comune. Ma ci rendiamo conto di quanto questo Comune sta scivolando in Basso.