Con l’accusa di furto aggravato in concorso ai danni del Parco Corolla i Carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno arrestato ieri F.F., classe 89, di origini rumene, con precedenti specifici e denunciato a piede libero la coetanea D.M.. L’hobby della famiglia – secondo un comunicato dei carabinieri – era quello di trafugare tra la merce esposta degli esercizi commerciali del Parco Corolla e dopo aver danneggiato i dispositivi anti taccheggio in maniera tale da eludere i controlli allontanarsi indisturbati.

A porre fine alle continue razzie – si legge in una nota stampa – ci hanno pensato i carabinieri che dopo qualche segnalazione si sono portati all’interno del centro commerciale bloccando i due soggetti. All’atto del controllo la donna ha fatto perdere le proprie tracce tuttavia grazie alla visione dei filmati del sistema di video sorveglianza i militari della Stazione di Milazzo sono riusciti a risalire alla sua identità. Per l’uomo invece, trovato in possesso di diverse bottiglie di super alcolici dal valore approssimativo di 100 euro si è proceduto a dichiararlo in stato di arresto.

A seguito della perquisizione personale la merce sulla quale era stata apposta un adesivo per eludere le barre antitaccheggio è stata restituita al legittimo proprietario.

Portato in caserma per gli accertamenti di rito, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica è stato condotto al rispettivo domicilio in attesa dell’udienza di convalida con l’accusa di furto aggravato. Nella giornata di ieri l’arresto è stato convalidato e l’uomo sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Condividi questo articolo