Diverse modifiche alla viabilità questa sera nella città del Capo in occasione dell’evento in piazza con i “Tinturia”. Per  per garantire lo svolgimento della serata nella massima sicurezza,  già dalle 21 sarà chiusa al   traffico la via F. Crispi all’altezza dell’intersezione con via Cassisi, con obbligo di svolta sulla stessa. Come lo scorso anno, presidieranno la piazza forze dell’ordine e volontari.

Per quanti giungeranno da fuori Milazzo, percorrendo l’asse viario, l’uscita consigliata è Ponente dove sarà possibile parcheggiare le vetture e, in pochi minuti, raggiungere il centro cittadino attraverso via M. Regis, p.zza San Papino o via S. Giovanni. Altra possibilità è la sosta in piazza 25 Aprile. Sarò tuttavia garantita una  specifica area di sosta, a ridosso del palazzo municipale, per i portatori di handicap.

La “notte in piazza” curata dalle due Pro loco cittadine, presiedute da Nat Minutoli e Angelo Maimone si aprirà una trentina di minuti dopo la mezzanotte e saranno diversi gli ospiti musicali che si alterneranno fino alle prime luci dell’alba sul palco. Dopo l’esibizione dei Tinturia  spazio al “DjSet” con protagonisti tre nomi della migliore disco music: Maurizio Di Natale, Ivan La Rosa e Giuseppe Panasiti. Ad introdurre la serata e i Tinturia per i saluti di rito, sarà Pierpaolo Ruello.   

Condividi questo articolo
945 visite

7
Rispondi

avatar
400
6 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
5 Comment authors
Non capiscoMilazzisiEx idealistaDipendente RAMuomo qualunque Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Non capisco
Ospite
Non capisco

Ma maiomone che fine ha fatto, dopo la pfm la RAM ha fatto esibire brillantemente i TINTURIA, per cui cari ambientalisti dovete farvene una ragione , RAM finanzia e tutti si divertono.

Non capisco
Ospite
Non capisco

RAM Sponsor principale della manifestazione criticata ingiustamente da Nello, ma che pensa ma che RAM fosse un BAR.

Milazzisi
Ospite
Milazzisi

Grande successo dei TINTURIA con il loro jazz funk rock ska ect hanno fatto divertire il pubblico per due ore. I dj hanno poi completato l’opera, ottima organizzazione in tutto. la sorpresa stamattina la pulizia come se nella notte nienTe fosse successo. grazie agli sponsor che hanno creduto al progetto.

Ex idealista
Ospite
Ex idealista

A vincere è stata la RAM, pro loco senza soldi non si canta missa.

Dipendente RAM
Ospite
Dipendente RAM

Bellissima serata, neo la lamentela contro l’aria, ma nello non sapeva che la Raffineria fosse il principale sponsor. Da questa serata traggo la conclusione che a MILAzo non si potrà mai muovere un chiodo se la RAM non lo sponsorizza. PEr cui signori politici, ipocriti ambientalisti , il messaggio è chiaro W LA RAM.

uomo qualunque
Ospite
uomo qualunque

RAM ovvero l’ ENI, una holding statale petrolifera che fattura migliaia di miliardi di euro l’ anno avrebbe potuto comoprare persino i Rolling Stones, o ancora meglio costruire un altra città più pulita al posto di questa rovinata per sempre… Qui tu applaudi a una “elemosina” da 50mila euro scarsi : che vergogna!!