Conto alla rovescia per la mostra itinerante sui diciannove Borghi di Sicilia 2016-17, tra cui  Milazzo, realizzata dall’artista  Salvo Currò. Protagoniste assolute di un evento orgogliosamente siciliano che permetterà di fare “ritorno“ al passato senza scomodare la macchina del tempo , saranno settanta  opere in acquerello ed urban sketches che l’artista milazzese venerdi’ 16 dicembre ha presentato per l’inaugurazione del centro espositivo a Castiglione di Sicilia, bellissimo borgo medievale in provincia di Catania.

Una giornata interessante e ricca di spunti, a cui erano presenti  sindaci ed assessori di quasi tutti i 20 comuni dell’isola.  La mostra, già esposta al Monastero delle Benedettine al Castello di Milazzo, sarà visitabile per qualche giorno ancora a Castiglione di Sicilia , per poi essere itinerante e raggiungere i comuni di Novara di Sicilia, Castroreale, Montalbano Elicona , Ferla (SR), Salemi (TP), Sambuca di Sicilia (AG) ed altri comuni ricchi di storia, fiore all’occhiello di una Sicilia che come scrisse il cantore- scrittore  Gesualdo Bufalino non è una ma tante, un’isola dai mille volti e dai mille modi di essere.

L’inaugurazione del centro espositivo di Castiglione si è conclusa con il   convegno sulle “Prospettive di un turismo culturale ed eco-sostenibile, componente determinante per uno sviluppo armonico dei borghi d’Italia in Sicilia”. Nella riunione operativa della “Citta’ del Vino”, tra l’Alcantara e l’Etna, si sono riuniti i sindaci dei comuni siciliani aderenti all’associazione, l’Assessore al Turismo della Regione Sicilia On. Antony Barbagallo, la Soprintendente ai BB.CC. di Catania, Mirella Patanè , tutti i vertici nazionali  presieduti da Fiorello Primi Presidente dell’associazione dei borghi d’Italia.

L’iniziativa sui Borghi di Sicilia verrà ripresa, in veste didattica,  anche in campo scolastico da Salvo Curro’. Lo stesso, insegnante presso la scuola media Garibaldi di Milazzo, insieme alla professoressa Maria Grazia Caliri  inizierà  il progetto “Borghi medievali Made in Sicily, dallo schizzo alla prima pagina” che coniugherà tecnica di urban sketch e giornalismo, affiancando  schizzi sui Borghi nell’insieme e sui particolari di ciascuno, ad articoli sulla storia, l’economia e la leggenda di questa fonte inesauribile dal “sapor medievale”, indirizzato agli alunni delle classi prime della secondaria di primo grado.

Condividi questo articolo
762 visite