Per Milazzo e Palazzolo è già arrivata l’ora di fare sul serio. Sarà pur sempre la seconda giornata, il match del “Salmeri” varrà comunque tre punti, ma è inevitabile che tutti i riflettori siano puntati su quello che è il primo, vero big match in programma nel campionato di Eccellenza al via domenica scorsa. Milazzo-Palazzolo, dicevamo: partita chiave per fare luce sulle quotazioni di due gloriose compagini che hanno puntato senza mezzi termini a rinforzarsi sul mercato e che, adesso, hanno il solo obiettivo di garantirsi una partenza sprint.

I padroni di casa, intanto, provengono dalla vittoria in casa del Viagrande all’esordio. Al “Francesco Russo”, in una partita per “brutti e cattivi”, la formazione di mister Giannicola Giunta l’ha spuntata nel secondo tempo, grazie al pressing martellante che ha fatto cedere i biancazzurri su uno svarione difensivo. Non è stata certo una gara facile per i rossoblù, che costretti a cambiare copione in corsa e bravi a restare sul pezzo hanno pagato dazio con Antonio Cannavò, espulso per doppia ammonizione. Il match-winner dei primi 90’ non sarà dunque della gara, unico assente in un organico che al gran completo proverà l’assalto alla truppa iblea. Non arriva praticamente nessuna novità sia dalla settimana di preparazione che dalla società, il che conferma come il Milazzo non cambierà più nulla nelle ore restanti prima della chiusura del calciomercato, fissata venerdì 16 settembre alle ore 19:00. Tutto come da programma, insomma, per una partita “da non perdere” e che i mamertini dovranno onorare al meglio in un “Marco Salmeri” pieno di attese.

Il Palazzolo, invece, lavora all’operazione riscatto dopo un primo turno poco fortunato. I derby, si sa, riservano sempre delle sorprese e nell’anticipo di sabato 10, allo “Scrofani Salutro”, ad esultare è stato un Rosolini mortifero esattamente come un cobra. A soli 120 secondi dal fischio d’inizio il gol dell’ex Germano ha infatti posto le basi per la vittoria dei granata, bravi ad uscire al meglio da una gara convulsa evitando il ritorno di fiamma della squadra di Pippo Strano, che ha anche sfiorato il 2-2 sul finire. L’assoluta novità del torneo ha pertanto stravolto i pronostici, così come per la maggioranza delle altre gare d’esordio. Ma, già da domenica, la formazione gialloverde vorrà legittimare al meglio possibile le ambizioni di alta classifica. Alla volta della città del Capo, non partirà il portiere Mattia Latino, vice di Aglianò appiedato dal giudice sportivo. Le novità di maggior rilievo arrivano comunque dal mercato. Per un Salvo Cocimano che parte, c’è un Giovanni Petrullo che arriva, per sostituire l’ariete fresco di risoluzione consensuale e mantenere intatti gli equilibri di un reparto offensivo che trascina l’intero undici. La seconda punta ex Due Torri, già a disposizione per la gara di Milazzo, farà compagnia a Filicetti, Nobile e Sterrantino, rientrati in gruppo in vista di un appuntamento cruciale.

I ticket sono nel frattempo disponibili in prevendita, fino a ridosso del fischio d’inizio, presso “Mama” Bar-Bet-Café e l’agenzia GoldBet di Giorgio Coppolino a Milazzo.

La direzione dell’incontro è affidata al sig. Gianluca Catanzaro della sezione di Catanzaro, che sarà coadiuvato dagli assistenti Diego Pernicone e Lorenzo Chillemi, rispettivamente delle sezioni di Catania e Barcellona Pozzo di Gotto.

(COMUNICATO STAMPA)

Condividi questo articolo
449 visite