Il gruppo consiliare dell’Udc chiede al sindaco una rivoluzione nei trasporti cittadini. Con una nota i consiglieri dell’Udc, Maria Magliarditi, Francesco Coppolino e Rosario Piraino hanno presentato una mozione con la quale invitano il consiglio comunale ad affrontare la questione del trasporto pubblico al fine di dare quelle risposte che non solo i turisti ma anche i cittadini da anni si attendono.

“L’attuale servizio di trasporto pubblico, che permette i collegamenti da e per i punti nevralgici della città – affermano i consiglieri – viene espletato in forma nettamente lacunosa soddisfacendo in maniera mediocre le esigenze degli utenti che giornalmente per scelta o per necessità si ritrovano a dover utilizzare i mezzi pubblici. Per questo occorre rimodulare gli orari delle corse in atto e prevederne delle altre facendo si che le stesse coincidano con le principale corse degli aliscafi riducendo così i tempi di attesa dei passeggeri stabilendo di concerto con chi gestisce e struttura il servizio di Trasporto Pubblico le soluzioni adeguate a risolvere le problematiche dei cittadini delle varie contrade che hanno tutto il diritto di potersi muovere in piena libertà e raggiungere il centro durante tutto l’arco della giornata e al contempo garantire agli utenti in transito dalla stazione ferroviaria un servizio adeguato evitando che le ripercussioni negative gravino come al solito sul comune nel quale il servizio viene espletato”.

STOP & READ. Sempre in materia di Trasporto, i consiglieri Udc hanno presentato al sindaco un bando già pronto per indire un concorso di idee (che si inserisce all’interno del progetto di contest fotografico dagli stessi presentato e già approvato in consiglio) dal titolo “Stop & read” per la realizzazione di pensiline e sedute per la sosta dei bus urbani nel territorio comunale “affinché “lo spazio di sosta e il tempo di attesa diventano quindi un momento culturale ed informativo o sulle emergenze architettoniche, artistiche ed ambientali offerte dalla cittadina, o di input di tipo storico di un territorio ricco di tradizione sin dalle sue origini di borgo marinaro”.

Condividi questo articolo

guest
2 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Antonio
Antonio
5 anni fa

Che siano revisionate le soste e le pensiline questa è una buona proposta, e rivedere gli orari anche per il Capo Milazzo visto che ormai la stagione invernale è ristretta, mi sembra difficile una sincronizzazione con i treni dei treni, penso sia una soluzione tra Ast e Trenitalia,
saluti

Antonio
Antonio
5 anni fa

caro sindaco, riusciremo a vedere gli autobus cittadini o quel che ne resta, sincronizzati con i treni in arrivo e partenza dalla stazione di Milazzo? Si chiama servizio pubblico, che paghiamo regolarmente con le nostre tasse, sarebbe chiedere troppo? A lei la palla.