L’isola pedonale in Marina Garibaldi potrebbe essere cancellata per trasferirsi dall’altro lato della via Medici, nell’area che guarda verso Piazza Caio Duilio. Quella che sembrava un’indiscrezione è stata confermata dal sindaco Giovanni Formica. Al momento si tratterebbe di un progetto allo stato embrionale e non si conoscono ulteriori dettagli, è verosimile, comunque, che l’area interessata sarà quella tra l’ufficio Postale e la Chiesa del Carmine (difficile che riuscirà ad arrivare fino alla via Domenico Piraino, almeno in una prima fase).

Una scelta che ricalca il progetto originario dell’ex sindaco Lorenzo Italiano il quale aveva visto la discussa (all’epoca) pedonalizzazione della via Medici come un primo tassello verso un’area più ampia che guardasse verso Piano Baele e non verso il lungomare Garibaldi. I posti auto che saranno sacrificati da questa scelta sarebbero un’ottantina.

 

Condividi questo articolo
1.193 visite

24
Rispondi

avatar
400
16 Comment threads
8 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
18 Comment authors
CaterinaenzinomollicaAntonelladavidepoveramilazzo Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Caterina
Ospite
Caterina

Vanno bene le isole pedonali segno di civiltà in tutte le città , ma prima di cominciare dai piedi a mio avviso si comincia dalla testa, ossia “i parcheggi” , se prima non si creano quelli , la pedonalizzazione non ha senso , anche perché oltre alla gente che passeggia c’è anche la gente che lavora e non può lasciare la macchina a casa .

enzinomollica
Ospite
enzinomollica

i parcheggi ci sono. c’è alle cupole, c’è davanti il tiro a segno, c’è al sacro cuore. volendo, c’è anche la vecchia stazione. la verità è che non siamo “educati” ad usarli!

ciccio
Ospite
ciccio

doveva esserci anche il parcheggio all’ex pastificio, invece sorgerà qualche altro palazzo. ne sentivamo la mancanza

Antonella
Ospite
Antonella

Ma invece di fare prove inutili, come quelle precedenti, e buttare soldi di noi milazzesi per progetti che non hanno futuro…perché non si capisce che l’unica soluzione per rendere vivibile Milazzo sarebbe semplicemente di adoperare dei servizi navetta gratuiti grazie ai quali girare liberamente per la città e di istituire dei parcheggi a ponente a pagamento così da smaltire il traffico?

enzinomollica
Ospite
enzinomollica

Detto che sono favorevole alle isole pedonali (funzionano in tutte le città del mondo), il problema non è solo attrezzare delle navette, ma è educare la gente ad usarle! Quando vai a taormina, sei costretta ad utilizzare un parcheggio, salato…altrimenti, non vedi nulla! Sono sfiducioso perchè: ce li vedi i passeggiatori della domenica che lasciano l’auto per girare la marina a piedi?

davide
Ospite
davide

Milazzo non è una cittadina a misura di macchine! Facciamocene una ragione. Piuttosto, camminate a piedi, gente, in bicicletta, va bene anche il motorino. Le macchine usiamole per vera necessità, per compiere lunghi spostamenti, non per passeggiare o come “status symbol” per far fare il giretto alla fidanzata di turno, peraltro quasi sempre scocciata! 🙂
Più civiltà e senso civico per tutti!

davide
Ospite
davide

Non sanno più dove ricavare spazi da destinare alle onnipresenti automobili. Un delirio!
Domando: “perché a Milazzo, e non solo, ogni area di ampie dimensioni, una piazza, una larga via, uno spazio dismesso, deve necessariamente essere occupato da stalli di macchine?”. Posteggiamo anche dentro piazza Roma? Piazza S. Papino? Villa Medici? Dentro il castello medievale?

ciccio
Ospite
ciccio

dentro l’ex pastificio

Caterina
Ospite
Caterina

Se ci fossero tutte queste aree che dici destinate ai parcheggi auto , avremmo risolto un problema . In realtà si parcheggia ovunque e male proprio perché non si creano aree di parcheggio .

poveramilazzo
Ospite
poveramilazzo

secondo me la grande distribuzione ridacchia…. e ringrazia