SAN FILIPPO DEL MELA. Non solo energia derivata dai rifiuti nel futuro della centrale termoelettrica A2A/Edipower di San Filippo del mela. Ma anche energia prodotta tramite pannelli solari e…sabbia.

A2A e Magaldi Power domani, giovedì 30 giugno, alle 16, presenteranno il primo impianto solare termodinamico STEM®, al Polo Energetico Integrato di San Filippo del Mela, all’interno della centrale termoelettrica. «STEM®, Solar Thermo Electric Magaldi – si legge in una nota dell’azienda – è una tecnologia solare a concentrazione, che raccoglie i raggi solari e li converte in energia. Grazie a un letto fluido di sabbia, è in grado di accumulare energia termica e rilasciarla quando necessario, anche in assenza di insolazione».

Naturalmente domani si cercherà di capire meglio le strategie dell’azienda che, ancora oggi, prevedono la conversione di alcuni impianti per consentire l’utilizzo di Css, combustibile derivato dal trattamento dei rifiuti. Il progetto è stato contestato da amministratori locali e cittadini che si sono riuniti in comitati ed hanno organizzato cortei e manifestazioni di protesta.

Condividi questo articolo
1.500 visite

guest
11 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Pablo
Pablo
4 anni fa

ALLES KAPUTT

Pablo
Pablo
4 anni fa

Ma se fanno l’inceneritore scappo via, i fumi arriveranno alle Eolie…fuggiranno ivip….

Sveglia
Sveglia
4 anni fa

Dicesi inceneritore!

Sicilia Futura
Sicilia Futura
4 anni fa

Inceneritori in Sicilia solo in prossimità dei siti discarica e filiera della differenziata. Punto e basta. Se ne facciano una ragione i sindacucci azzeccacarbugli di provincia in cerca di un paio di posti di lavoro da barattare.

cittadini contro l\'inceneritore

Quello che si inaugura oggi è la sperimentazione di un impianto di solare termodinamico affidata ad una ditta esterna. Che ben venga il solare termodinamico, che non ha nulla a che fare con il progetto dell’inceneritore. Chiaramente A2A spera di utilizzare questa inaugurazione per fare propaganda all’inceneritore, come se fossero due cose collegate. Ma la gente non è stupida