La Dusty ha avviato la consegna dei kit  a titolo sperimentale della raccolta differenziata in alcune zone. Inizialmente il servizio di raccolta porta a porta dell’umido interesserà circa 2000 utenze (1700 domestiche e 300 esercenti commerciali) del centro urbano. Con cadenza giornaliera, gli operatori della Dusty procederanno alla raccolta dell’umido e delle frazioni differenziate di rifiuto sia presso le abitazioni che le singole utenze commerciali. L’obiettivo è raggiungere in questa prima fase di sperimentazione  il 15 per cento della raccolta differenziata. In atto il valore è inferiore al 3 per cento.
L’Amministrazione comunale dopo aver definito il nuovo piano tariffario per il 2016 punta a migliorare il servizio e contestualmente diminuire i costi che gravano interamente a carico dei cittadini. Sarà attuata anche una campagna informativa costante perché – si sostiene – per ottenere risultati è fondamentale la collaborazione dei cittadini che debbono comprendere che la raccolta differenziata, necessaria al riciclo dei rifiuti, è un’opportunità per ridurre i costi della gestione e quindi della tassazione sul servizio.

Gli uffici hanno poi ribadito il divieto di conferire i rifiuti prima delle ore 20, l’obbligo di differenziazione dei rifiuti, il divieto di conferimento nei cassonetti stradali, dedicati alla raccolta delle utenze domestiche e ricordato che per ingombranti e cartoni l’azienda appaltatrice ha messo a disposizione un numero vedere (800164722) per ricevere le segnalazioni, oltre al proprio sito internet.

Condividi questo articolo
977 visite

guest
10 Commenti
più recente
meno recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
nicola
nicola
4 anni fa

noto che sono stati ricollocati i cassonetti per vetro ,carta ,plastica…
bene finalmente quacosa di positivo..
spero solo che chi raccoglie differenziato rispetti le regole.
qualcuno vuole per favore ripulire i terrapieni del tono di milazzo..per arrivare al mare dobbiamo passare dalla giungla…positivo però l’aver ripristinato le doccie pubbliche..speriamo non vengano vandalizzate.

Stefano Ossian
Stefano Ossian
4 anni fa

Dalle nostre parti si diceva e si dice ” u medicu studia e u malato si ndiva’ ” FATE QUALCHE ALTRA PROVA…….ancora di tempo ne abbiamo tanto..- non e’ che sia tanto da ridere, ma aspettiamo la prossima mossa. Salutoni

Carmelo
Carmelo
4 anni fa

Sperimentazione?
Ancora?
La speranza e di arrivare al 15%?
Non l’avete ancora capito che non è più il momento di giocare?
Quando pensate che si ora di fare sul serio?
Ci sono in Italia, in Europa e nel mondo paesi, paesini e città di ogni dimensione e densità abitativa che da decenni fanno numeri reali e voi ancora siete a non si sa più quanti tentativi di sperimentazione.
Solo sdegno.

Stefano Ossian
Stefano Ossian
4 anni fa

Porta a porta, e’ una trasmissione televisiva?? e poi la scaricate nelle discariche, che, sono le spese che piu’ incidono nella bolletta – da oltre venti anni state studiando il “sesso degli Angeli”, pensare agli impianti di biostabilizzazione no?? – buon lavoro

enrico
enrico
4 anni fa

scusate mi chiarite una cosa?
stamattina in via Umberto I c’era un camion della Dusty che caricava nel compattatore degli scatoloni di cartone. Vanno in differenziata o li portano in discarica? Mah!!!!!!!!!!!!!!