SAN FILIPPO DEL MELA. Si muove anche nella Valle del Mela la macchina dei comitati referendari per il “no” alla riforma costituzionale. Proprio ieri pomeriggio, infatti, nella frescura dell’acquapark di Belvedere a Olivarella, si è tenuta l’assemblea del Comitato filippese di cui è socio l’ex sindaco Peppe Cocuzza.

Quasi un centinaio di persone hanno assistito all’incontro per ascoltare le parole del relatore, l’ex senatore Domenico Nania, già componente in passato della commissione bicamerale per le riforme istituzionali.

«La riforma Boschi distruggerà la democrazia italiana. Solo bugie sono state dette dal governo. Il rischio per il nostro paese è la deriva autoritaria» è stata l’introduzione del dott. Diego Celi, presidente del comitato referendario filippese, che non ha di certo utilizzato mezzi termini.

È seguita la lectio magistralis di Nania, il quale ha esordito spiegando il concetto di sovranità popolare. «La stessa sovranità, per esempio, la esercitate tutti voi nelle elezioni comunali, premiando o bocciando il sindaco in carica» ha detto l’ex senatore. La discussione è proseguita con la narrazione dei fatti storici che portarono alla nascita della Repubblica, con la spiegazione dei sistemi elettorali e del concetto di democrazia rappresentativa.

Molte le autorità filippesi presenti in veste informale all’incontro. Tra il pubblico c’erano il vicesindaco Pippo Recupero, il presidente del consiglio comunale Gavino Paulesu, la consigliera di maggioranza Katia Bisbano, l’ex assessore Andrea Trio (già membro del comitato), il comandante e il vice-comandante della polizia municipale, il direttore dell’ufficio postale di Olivarella.

Luca Formica

Condividi questo articolo
1.183 visite