Sarà l’imprenditore messinese Pietro Cannistrà (nel ruolo di “presidente onorario”) a tentare di rilanciare il calcio a Milazzo grazie ad una cordata che, assieme ad alcuni pilastri della passata dirigenza firmata Salvatore Costantino, affronterà la nuova stagione agonistica nel campionato di Eccellenza. La comunicazione ufficiale è stata fatta stamattina nel corso di una conferenza stampa allo stadio Salmeri.  Sarà affiancato da una serie di imprenditori messinesi, a cominciare da Alberto Leone, e dal vice Pasquale Impellizzeri, professionista mamertino. “Tornare a Milazzo è certamente una questione di cuore – esordisce Cannistrà – perché ripetere i fasti di quella famosa impresa sportiva è praticamente impossibile. Dalla mia, ci metterò tutto l’impegno e l’entusiasmo necessario affinchè a Milazzo ritorni il bel calcio». Non sarà confermato alla guida tecnica Antonio Alacqua, il nome più accreditato del sostituto sembra essere quello di Giannicola Giunta (ex portiere del Milazzo negli anni 90). In lizza anche nomi di categoria come Bellinvia e Raffaele (neo promosso in serie D con l’Igea Virtus).

La novità quest’anno sarà rappresentata anche dall’azionato popolare. Per mezzo degli abbonamenti i tifosi contribuiranno attivamente alla costruzione della squadra.

Condividi questo articolo
1.390 visite

11
Rispondi

avatar
400
9 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
8 Comment authors
giovanniLuca zittogiovanniStefanolibero Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Luca zitto
Ospite
Luca zitto

Ma se costantino non risulta neanche nei quadri societari…. cannistrà chi soddi i lautri (fossi), leone può mettere gli stessi 5.000 euro che ha messo nel città di messina, chi BUMBALIA di rappresentare l’amministrazione. i 9.500 ad Alacqua? le multe? i premi preparazione? CU PAGA?

giovanni
Ospite
giovanni

sono d’accordo con te. comunque basta ormai il calcio e finito. rassegniamoci. basta con queste prese in giro

Luca zitto
Ospite
Luca zitto

Salvatore Miroddi è colui il quale è l’unico ad aver messo la mano nella propria tasca? e Cannistrà quali soldi mette? ed i 40.000 euro che servono per iscriversi?…..

Stefano
Ospite
Stefano

Ottima scelta l’azionariato popolare… peccato che siamo solo a Milazzo
e non al Barcellona. Speriamo che dopo queste affermazioni si riesca
a proporre i fatti e non illusioni ai tifosi Milazzesi

libero
Ospite
libero

Ma siete sicuri che il consigliere rappresenti l’amministrazione pubblica?
Sarà bene che Sindoni chiarisca questo in consiglio, ricoprire un incarico pubblico
di rappresente non da l’autorità di dire questo senza nessuna delega, altrimenti
finirà col trovarsi contro tutti.

il tifoso vero
Ospite
il tifoso vero

Stupende parole e ottimi pensieri, adesso sarà importante i fatti anche per Cannistrà.
Il patron dice che non ha ceduto la società hai messinesi, ma si ricordi che
l’orgoglio di una persona è responsabile della sua solitudine.

giovanni
Ospite
giovanni

Non mi risulta che il patron sia in solitudine, è attorniato dalle stesse persone serie che negli anni passati sono stati al suo fianco. Sono state messe alla porta le mele marce e i falsi professionisti