IN CLASSE (La città raccontata dagli studenti di Milazzo). Giunge il tanto atteso momento dell’allestimento finale: a fine maggio il cortile della sede di Via Gramsci del Liceo Artistico di Milazzo avrà una veste nuova. La professoressa Leone, vincitrice con i suoi allievi del Concorso Provinciale “Piccoli Gesti per un Mondo Migliore” Sezione Scuole superiori, anno 2014 -promosso da “Tirreno Ambiente” e patrocinato dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Messina-, ha curato ogni fase del lavoro, dall’ideazione alla realizzazione finale. Ha coinvolto efficacemente tutti: alunni, Dirigente Scolastico, personale Ata, docenti (particolarmente docenti dei laboratori e di progettazione grafica). L’entusiasmo e la coralità d’intenti hanno fatto nascere un “unicum”. L’idea semplice, ma innovativa al tempo stesso, applicabile in un discorso più ampio anche alle periferie urbane e dei piccoli centri, ha previsto l’installazione di pannelli removibili con reinterpretazioni di opere grafico-pittoriche da parte degli allievi del II biennio e del V anno del Liceo Artistico della sezione di Grafica e degli allievi del V anno dell’Istituto Professionale. Le reinterpretazioni pittoriche sono un omaggio al periodo relativo alle Avanguardie Artistiche del Novecento, dall’Espressionismo al Cubismo, dal Futurismo all’Astrattismo, dal Surrealismo alla Pop Art. Sui pannelli campeggiano noti lavori di Guttuso, Dalì, Picasso, Magritte, Kandinskij … con tematiche tra loro indipendenti, ma legate dal fil rouge del colore e della forma geometrica di base. Colore, dunque, e forma, pane quotidiano per i nostri occhi, finora relegati sui libri ed esposti nei nostri lavori dentro la scuola, escono allo scoperto, per farsi ammirare da chi passa, parcheggia, sosta e osserva (e riconosce le opere, e così allena lo sguardo). Il cortile scolastico non è un luogo qualsiasi, è “il Luogo” dove si avvicendano le varie generazioni di studenti, di professori e di genitori, che oggi noi attraversiamo quotidianamente, dove ci intratteniamo, dove viviamo momenti importanti. Il nostro cortile di Via Gramsci, finora rallegrato dai murales e base per performance artistiche estemporanee di studenti con vari soggetti e cromie, sarà davvero bello, e invitiamo tutti a visitarlo. Questo spazio, riqualificato, accoglierà gradevolmente tutti i cittadini che verranno a trovarci. D’altronde oggi la scuola e, nell’accezione più ampia, la scuola davvero inclusiva, costruisce, riadatta, crea, fa gustare la gioia d’imparare, promuove il piacere di sperimentare”.

Seguiteci sul sito della scuola e su Facebook, daremo notizia dell’evento dedicato all’inaugurazione, con ospiti prestigiosi e sorprese!

Gli alunni delle classi quinte

Istituto “Renato Guttuso”

Condividi questo articolo
714 visite