manifestazione_studentiGiovedì 12 maggio gli studenti di Milazzo scenderanno in piazza per protestare contro la riforma della scuola. L’appuntamento è fissato alle ore 9 davanti al palazzo municipale in Marina Garibaldi. “Danno fuoco ai nostri sogni e poi ci chiamano gioventù  bruciata!”»scrivono in una nota stampa. «Come Studenti Medi Milazzesi – si continua a leggere  – decidiamo di scendere, ancora una volta, in  piazza per creare un momento di confronto intento alla sensibilizzazione  sulla responsabilità sociale dei giovani, che hanno in mano le chiavi  per aprire le porte del cambiamento. Esprimendo il nostro dissenso contro: le strutture politiche che ci  promettono n idilliaco futuro, pieno di precarietà, sfruttamento,  incertezza e disoccupazione. Contro la riorganizzazione della scuola pubblica ad immagine di una  azienda, dimenticandosi che gli studenti non sono operai. Contro un banalissimo metodo di valutazione a crocette che si permette  di giudicare lo studente, l’insegnamento dei docenti e la qualità  dell’istituto, senza considerare i contesti sociali in cui si trovano,  riducendo lo studente ad un cumulo di nozioni, sminuendo la formazione  del senso critico. Quindi invitiamo tutti a scendere in piazza per riprenderci il nostro  futuro:

Condividi questo articolo