Maggioranza relativa, con quattro seggi su 9, per la Femca Cisl, protagonista delle elezioni RSU che si sono tenute alla Raffineria di Milazzo nei giorni 22-23-24 marzo. Tre seggi sono andati alla Filtcem Cgil e 2 alla Uiltec Uil.

In percentuale, sul voto complessivo, la Femca Cisl ha ottenuto il 39% dei voti, ovvero 214 su 553 votanti, mentre gli aventi diritto al voto erano 592. La Filtcem ha ottenuto 182 voti e la Uiltec 142.

Le Rsu Femca Cisl elette sono: Stefano Chillemi nel collegio dei “Quadri; Anna Bonanno e Roberto Impellizzeri nel collegio dei “Giornalieri”; Simone La Macchia nel collegio dei “Turnisti”.

«Un risultato gratificante per la segreteria provinciale della Femca Cisl – si legge in una nota del sindacato – in un contesto dove vi è stata una grandissima affluenza (oltre il 93%) a dimostrazione dell’importanza che i lavoratori hanno dato a queste elezioni che per la prima volta si sono svolte con le nuove regole sulla rappresentanza messe in campo da Cgil, Cisl e Uil insieme a Confindustria con l’accordo del 10 gennaio del 2014».

La Femca ha ottenuto un incremento di 44 voti rispetto alle passate elezioni con un balzo in avanti del 26%.

«La fabbrica – ha commentato Stefano Trimboli, segretario provinciale della Femca Cgil – ha voluto premiare la linea politica sindacale della Cisl, rivolta alla tutela dei lavoratori senza derive antagoniste o populiste».

«L’affermazione nelle elezioni RSU alla Raffineria di Milazzo – ha aggiunto il segretario generale della Cisl Messina, Tonino Genovese – consolida il ruolo e le scelte strategiche della Cisl di Messina sul territorio».

 

Condividi questo articolo