LA LETTERA. Il sindaco di Pace del Mela Pippo Sciotto interviene con una riflessione dopo avere visto la trasmissione L’Arena su Rai Uno nella quale è stato trattato il tema del presunto conflitto di interessi tra deputati e società controllate dalla Regione Sicilia. Ecco il testo integrale della lettera aperta inviata alle testate giornalistiche:

Domenica scorsa all’Arena di Giletti la nostra Regione è salita nuovamente alla ribalta per la questione dei deputati debitori di ingenti somme nei confronti di Riscossione Sicilia. Da uomo alle istituzioni ho provato rammarico nel vedere quanto accaduto, ma la cosa che maggiormente mi amareggia è il tentativo di difesa dell’onorevole Bernadette Grasso che è risultata debitrice di somme nei confronti del fisco. Non mi permetterei di entrare nelmerito della vicenda – specie se esiste un contenzioso tra le parti – ma una riflessione morale – politica mi sia consentita. Mi chiedo cioè come possa una persona, ancorchè legale, avere un contenzioso con Riscossione Sicilia e al tempo stesso essere l’avvocato di questa società nelle controversie con i cittadini. E non parliamo di un solo incarico.

L’onorevole Grasso, ha avuo conferiti complessivamente 381 incarichi di rappresentanza ed assistenza in giudizio, innanzi alle Autorità giudiziarie del distretto provinciale di pertinenza della sede di Messina così ripartiti:

ANNO 2007: 34 incarichi conferiti

ANNO 2008: 79 incarichi conferiti

ANNO 2009: 88 incarichi conferiti

ANNO 2010: 84 incarichi conferiti

ANNO 2011: 37 incarichi conferiti

ANNO 2012: 33 incarichi conferiti

ANNO  2013: 26 incarichi conferiti

Solo il 4 dicembre del 2013 – ovvero a distanza di tempo dalla sua elezione parlamentare all’Ars – ha comunicato di non volere più accettare incarichi legali da parte della società. Devo sottolineare la mia sorpresa nell’immaginare come la stessa persona potesse essere contemporaneamente legale di una società pubblica interamente partecipata dalla Regione Siciliana e deputato regionale e cioè, in parole povere, controllore e controllato. Ritengo sia poco etico per un deputato avere un rapporto con una società partecipata della Regione, e che alla data delle elezioni regionali avesse un rapporto con una società partecipata della Regione, e che alla data delle elezioni Regionali avesse incarichi da Riscossioni Sicilia in forza alla convenzione (rectus conratti). Ma, io ribadisco, solo riflessioni di un amministratore locale che vieve quotidianamente a contatto con i suoi cittadini, e che si rammarica quando poi, per vicende come queste, la politica viene considerata uno sfascio.

Prof. Giuseppe Sciotto – Sindaco di Pace del Mela

LEGGI LA REPLICA DELL’ONOREVOLE BERNADETTE GRASSO: CLICCA QUI

Condividi questo articolo
1.510 visite