Quartetto Bolling

Quartetto Bolling

Il principio di incendio di mercoledì scorso non ha bloccato l’attività del Teatro Trifiletti. Grazie all’assessore alla Cultura Salvatore Presti è stato sistemato a tempo record il danno causato nella cabina elettrica dove è allocato il generatore di continuità che interviene nei momenti di emergenza. L’amministrazione aveva un generatore di riserva che è stato montato in giornata. Si tratta di un intervento tampone – ammettono al comune – ma ci consentirà di mantenere gli impegni con gli artisti previsti nei vari cartelloni. Il danno ammonterebbe a circa 10 mila euro. Il principio di incendio è partito dalle batterie del generatore che hanno generato scintille e denso fumo nero. Oggi, 12 febbraio, il Trifiletti riaprirà a ritmo di jazz. Alle ore 21 Milazzo Classica proporrà il Quartetto Bolling formato da Paolo Zampini (flauto), Primo Oliva (pianoforte), Nello Nicotra (contrabbasso) e Giovanni Caruso (batteria).

Il quartetto prende il nome da Claude Bolling, uno dei più famosi musicisti jazz d’Europa. Le due Suites per Flauto e Jazz Piano Trio rappresentano una fusione fra il Classico e il Jazz, due generi artistici solitamente considerati agli antipodi. La scrittura musicale è ricca e variegata, con spazi dedicati alle improvvisazioni, attimi languidi, momenti dolcissimi e romantici, intrecciati con arrangiamenti e suoni propri del mondo del Jazz.

Paolo Zampini ha registrato centinaia di colonne sonore per il cinema, collaborando con i maestri Nicola Piovani ed Ennio Morricone. Primo Oliva ha tenuto concerti in Europa e negli Stati Uniti, esibendosi tra l’altro nella prestigiosa Carnegie Hall di New York.  Nello Nicotra è stato invitato in centri e stagioni concertistiche nazionali ed internazionali quali Spoleto, Bruxelles, Russe (Bulgaria), Washington, Boston, New York (Carnegie Hall). Giovanni Caruso si è esibito in varie stagioni concertistiche di tutto il mondo: New York, Boston, Washington, Montreal.

Condividi questo articolo
717 visite