Giovedì 11 febbraio il vice presidente della Regione, Mariella Lo Bello, incontrerà a Palermo i sindaci del comprensorio di Milazzo e i rappresentanti del Coordinamento ambientale milazzo Valle del Mela presieduto da Peppe Maimone. A chiedere l’incontro è stato quest’ultimo per far conoscere direttamente ai vertici regionali le forti perplessità del territorio di fronte al progetto di riconversione della centrale termoelettrica A2a/Edipower di San Filippo del Mela con l’utilizzo di Css, combustibile derivato dal trattamento dei rifiuti. Domenica 31 gennaio a San Filippo del Mela e Gualtieri Sicaminò è stato indetto un referendum consultivo sull’argomento e  oltre il 96% degli elettori si sono detti contrari. Il 13 marzo ad esprimersi saranno i cittadini di Pace del Mela. L’assessore Lo Bello, in realtà, è la rappresentante della Regione che ha votato favorevolmente il programma del Governo Renzi che prevedeva la costruzione di due inceneritori in Sicilia.

L’argomento è da mesi in cima all’agenda politica delle amministrazioni del comprensorio. “Sicilia verde”, movimento rappresentanto dall’ex candidato a sindaco Peppe Marano, in una nota ha ribadito il il NO all Inceneritore e sollecita « l’obbligo dell’adozione dei Piani di Risanamento ambientali e le Bonifiche per Milazzo e la Valle del Mela». «Inoltre – continua – con le denunce alla Magistratura e con i Procedimenti penali per Disastro ambientale dobbiamo obbligare i sindaci a mettere in atto tutte le azioni correttive di contrasto all inquinamento attuale di una Raffineria di Petrolio e di una Centrale Termoelettrica Edipower. Adesso è il momento di svoltare per un nuovo Modello di sviluppo economico Eco sostenibile».

Il consigliere comunale Simone Magistri oggi, con una nota, ha sollecitato la giunta Formica a esprimersi contro l’utilizzo del Css, come richiesto con deliberazione dell’8 ottobre scorso dall’aula consiliare. «A distanza di ben quattro mesi dall’adozione di quell’importante atto deliberativo, e pur in presenza della recente decisione della Conferenza Stato-Regioni di realizzare sul territorio regionale due inceneritori, di cui uno potrebbe sorgere proprio nella Valle del Mela, nessuna concreta iniziativa è stata in tal senso posta in essere dall’ Amministrazione comunale – scrive Magistri –  Manca ancora ad oggi una formale delibera giunta di contrarietà al CSS, così come – se si eccettua l’inutile passeggiata a Roma presso il Ministro dell’Ambiente Galletti – è finora mancato un deciso intervento politico-istituzionale presso la Regione Siciliana su cui graveranno le scelte finali in ordine all’allocazione degli impianti di incenerimento».

Anche Sicilia Antica si è schierata contro la nascita dell’inceneritore o “termovalorizzatore”. «Poiché la parola “inceneritore” desta allarme – scrive la presidenza regionale del sodalizio –  si ricorre al più rassicurante termine “termovalorizzatore”, con il quale si edulcora la costruzione di un impianto altamente inquinante con il recupero di energia elettrica e termica dai rifiuti stessi. Benché i termovalorizzatori producano anche energia, le sue caratteristiche peculiari rimangono quelle di un inceneritore: la combustione, con conseguente rilascio in atmosfera di inquinanti, metalli pesanti e polveri sottilissime dannosi alla salute, e la produzione di ceneri di scarto, rappresentano in peso il 30% del rifiuto in ingresso bruciato. Al termine del processo di incenerimento, i rifiuti in entrata vengono eliminati solo per il 70% del loro volume, creando un ulteriore problema, quello delle ceneri velenose che vanno smaltite in speciali discariche e con costi esorbitanti».

 

 

Condividi questo articolo
1.005 visite

13
Rispondi

avatar
400
12 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
8 Comment authors
MarianoSì al tvlSalvoSì al tvlGiovy Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Mariano
Ospite
Mariano

Direttore mi meraviglio di lei che a fronte di una pagina di articolo a distanza di tre giorni , non ha dato ancora alcuna normativa in merito a questa fantomatica riunione da svolgersi con la Lo Bello, non è che dà fastidio che Maimoneuo organizzare solo una riunione per giocare a carte.

Sì al tvl
Ospite
Sì al tvl

Non c’è stato alcun incontro con i sindaci, Maimone hai fallito.

Sì al tvl
Ospite
Sì al tvl

Che figura di Medda,,,,,,,

Sì al tvl
Ospite
Sì al tvl

Ma quale credibilità si può avere in questi soggetti che si credono onnipotenti e che di fatto non sono nessuno, hanno la presunzione di voler rappresentare ma non si sa chi. Per cui sig. Maimone si faccia da parte, ci faccia sapere quanti sindaci hanno partecipato alla riunione con la L bell (nessuno).

Salvo
Ospite
Salvo

Maimone ……….. A studiare………oggi tutti assenti…… Malafigurunaaaaa!!!!!