Primi atti di programmazione dell’Amministrazione. Con due determine dirigenziali adottate a fine anno sono stati nominati i tecnici per la progettazione preliminare di due opere. La prima riguarda la realizzazione di una nuova struttura modulare prefabbricata per spettacoli nell’area ad ovest del Duomo antico del Castello. A dover redigere il progetto sarà il tecnico comunale Antonino Giardina. L’obiettivo è quello di realizzare una nuova tribunetta dove poter  ospitare spettacoli estivi come avveniva negli anni ’90 quando sul palco adiacente il Duomo antico si esibirono artisti importanti del mondo della musica e del teatro. Il teatro è stato utilizzato sino al 2008, su Ponteggi Dalmine.

L’altro progetto che dovrà essere redatto dal funzionario comunale, Francesco Di Maio riguarda la realizzazione della strada di collegamento tra piazza Marconi (dove sorgeva la vecchia stazione Fs) e la frazione della Piana, Santa Marina, utilizzando il percorso dell’ex tracciato ferroviario.
Entrambi gli interventi saranno inseriti nel Piano triennale delle opere pubbliche.

Condividi questo articolo
guest
4 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
borghitano disperato
borghitano disperato
6 anni fa

Senza parcheggi adeguati, senza divieti per i non residenti di assalire tutte le viuzze del Borgo, e soprattutto senza la dovuta educazione e senso civico dei fruitori del castello e dei locali che attorno ad esso attecchiscono, allora è meglio che tutta l’area del castello frani inesorabilmente e definitivamente verso il mare, così respireremo un po’ di tranquillità, con buona pace di chi ha messo un intero quartiere nel bordello fuori controllo in cui versa attualmente il Borgo.

cittadino attento
cittadino attento
6 anni fa

sarebbe molto più logico iniziare in modo organico dalla variante al piano regolatore e tutto il resto a cascata.

Antonio
Antonio
6 anni fa

Non vedo l’ora che venga pubblicato il piano regolatore, almeno vedremo finalmente aree verdi attrezzate strutture sportive e parcheggi degne di una civilissima città del xx secolo.

enzo
enzo
6 anni fa

a Milazzo abbiamo il castello piu’ grande d’italia ( come superficie ) ed è uno dei primi in europa, ( non lo dico io, ma sono dei risultati delle ricerche che ho fatto su internet ) . in altri posti , con castelli più piccoli, vengono valorizzati e utilizzati, sia come turismo che come spettacoli. a Milazzo, solo da qualche anno si sta facendo qualcosa, ma dalla storia (molto ricca) e dalle potenzialità ( tantissime) che ci sono, non viene pubblicizzato e né sfruttato come dovrebbe essere. mi auguro che, chi di competenza, pubblicizzi il castello di Milazzo, e non… Leggi il resto »