Continua a segnalare la situazione di pericolo da oltre un anno ai municipi, ma il silenzio è tombale. E intanto ha già subito due tentativi di furto. È la storia di un uomo che, per questo 2016, vorrebbe realizzato almeno questo desiderio: il ripristino dell’illuminazione lungo la superstrada di Corriolo.
Ormai da tempo immemore il tratto viario che dalla rotonda di Olivarella porta all’imbocco autostradale risulta al buio a causa dei soliti ignoti che fanno razzia di cavi di rame.
Il sessantenne che vive nei pressi della rotonda di Corriolo ha già subito due tentativi di furto, ultimo dei quali il giorno di Natale. I ladri, infatti, approfittando dell’oscurità, hanno forzato la serratura di una porta, mettendo a soqquadro la casa, in cerca di soldi e preziosi.
«Sono pronto a denunciare i comuni di Milazzo e San Filippo del Mela per chiedere i danni se non provvederanno a ripristinare l’illuminazione» è lo sfogo dell’uomo.
La strada, infatti, è suddivisa fra i due municipi. Il problema non è solo di sicurezza per le abitazioni della zona, ma anche di incolumità degli automobilisti che, anche a causa dell’elevata velocità, più di una volta, arrivando nei pressi della rotonda di Corriolo, l’hanno tagliata in mezzo, capotando.
Certo è che bisognerebbe risolvere a monte la questione dei furti di rame, che rischiano di mettere in ginocchio la sicurezza di un’intera città.

Luca Formica

Condividi questo articolo