L’assessore ai Lavori Pubblici, Ciccio Italiano ha risposto agli attivisti del Meetup “Milazzo in MoVimento” in merito alla presenza di alcune antenne Wi-fi “antiestetiche, pericolose in quanto a portata di mano dei passanti e non attinenti al luogo all’interno del Castello”.

“Quelle antenne installate all’interno della cittadella fortificata – scrive l’assessore – attengono il sistema di videosorveglianza e monitoraggio del Comune di Milazzo e sono state autorizzate dalla Soprintendenza”.

Le antenne sono visibili presso il Bastione di S. Maria e altre tre presso la parte più alta del Castello e, più precisamente, sul bastione cisterna della cinta aragonese, e lungo le mura di cinta del mastio (lato sud-ovest)».

Condividi questo articolo