A distanza di sette giorni dall’ondata di acqua e fango che ha travolto Bastione i primo sfollati ritornano a casa. La prima a varcare la soglia della sua abitazione è stata la signora Rosa Italiano, 91 anni, un passato di gelsominaia nella Piana. «Finalmente arrivai a me casa”. E’ stato questo il commento della signora Rosina oggi pomeriggio, verso le 15, quando è stata riaccompagnata nella sua abitazione dai parenti e dall’assessore ai Servizi Sociali Giovanni Di Bella. Di Bella, assieme agli assessori Ciccio Italiano e Damiano Maisano, è stato tra i più vicini ai residenti. L’odore di umidità è stato immediatamente coperto da quello del caffè che ha voluto offrire agli ospiti. «Sono ancora una novantina gli abitanti di Bastione che rimangono fuori dalle proprie abitazioni – spiega il responsabile dei Servizi Sociali – venticinque sono ospitati a Casa Antica, B&B di Olivarella, il resto da parenti ed amici. Molti rientreranno nel giro di una settimana, altri hanno subito danni agli infissi e agli arredi delle case e ci vorrà un po’ più di tempo».

Ieri il consiglio comunale di Milazzo si è riunito in una seduta aperta per fare un punto sul drammatico evento. Hanno partecipato anche Stefano Maio, rappresentante del comitato cittadini di Bastione, e il deputato regionale Santi Formica (il sindaco Giovanni Formica è a riposo a causa di problemi di salute). A fare una relazione sull’accaduto è stato l’assessore Ciccio Italiano: “I funzionari del Comune sono giunti sul posto pochi minuti dopo le prime segnalazioni. Con loro volontari e mezzi hanno immediatamente spalato il fango seguendo un ordine di priorità, concordato con la Protezione Civile». Italiano è intervenuto anche sul problema idrico. «Ora la situazione è parzialmente rientrata ma, visti i danni alle condutture idriche nel Mela, potrebbero volerci mesi, se non anni, per il ripristino».

Italiano ha spiegato che la situazione è disastrosa. «Il torrente esonderà ancora. Gli argini sono del tutto inadeguati; il letto si è alzato di 7/8 metri rispetto al passato, e nessuno lo pulisce dai detriti e dalla spazzatura». Sotto accusa il pilastro della vecchia ferrovia. «Piazzato in mezzo al torrente ha diretto l’ondata di fango su Bastione da un lato e su Calderà e Cicerata dall’altro». «Non confidate troppo negli aiuti di Regione e della Protezione civile – ha sentenziato l’onorevole Santi Formica – bisognerà attendere l’approvazione della finanziaria che, per quanto complicata, certamente concederà un margine di qualche milione di euro da dividere tra Milazzo e Barcellona. Gli interventi strutturali non si sono fatti invece per la mancanza di progetti esecutivi; con la nuova programmazione europea 2014/2020 i soldi ci saranno, e se si presentano dei buoni progetti, pronti a partire, è molto probabile che verranno finanziati».

A parlare lungamente è stato il sindacalista della Cgil, Stefano Maio, portavoce dei residenti di Bastione: Da quattro anni si batte per ottenere interventi strutturali con denunce, solleciti, proteste. «Non è servito a nulla – ammette sconsolato – c’è uno scaricabarile costante sulle competenze in materia di manutenzione dei torrenti. E, intanto, per la seconda volta in 4 anni, alcune persone hanno perso tutto, e ripartiranno da zero». «Gli abitanti di Bastione sono esasperati, alcuni hanno annunciato addirittura che non torneranno a casa; e questo è vergognoso, non si può vivere nel terrore».

Il consiglio è stato caratterizzato da un infuocato dibattito tra il consigliere Pippo Midili e alcuni colleghi dell’opposizione. «Dal 2011 è stata fatta ogni sorta di pressione per ottenere fondi – ha detto l’ex assessore Midili –a fine 2012 denunciato alla Procura l’inerzia di chi doveva intervenire sul territorio». Midili è poi tornato sulla vicenda delle priorità attribuite ai progetti da finanziare: “È stato pubblicato sul sito del Comune un documento privo di tutte le parti esplicative: con maggior correttezza, si sarebbero potute pubblicare anche le tabelle esplicative e il frontespizio, dai quali sarebbe stato facile evincere che le priorità vengono assegnate dall’organo che ha ricevuto i progetti, e non dall’amministrazione che li ha prodotti».

 

Condividi questo articolo
865 visite

9
Rispondi

avatar
400
7 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
8 Comment authors
FulvioBrutta fotoPippo ItalianoBella fotoPippo Italiano Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Fulvio
Ospite
Fulvio

Bravo Di Bella.Sindaco subito!!!

Bella foto
Ospite
Bella foto

Bravo Di Bella, sei bravo a farti fare le foto…

Pippo Italiano
Ospite
Pippo Italiano

Sig. Bella Foto , perché non commenti con il tuo vero nome anziché nasconderti dietro anonimato ….Eh gia’ …tu non sei bravo a farti fare le foto , altrimenti potremmo vedere quale figlioccio di Pino o di Italiano si nasconde . Mi permetto e ripeto ….mi permetto dire che se solo gli assessori del passato o molti consiglieri avessero dedicato solo il 50% del tempo che Di Bella sta dedicando alle persone di Bastione , molte cose sarebbero andate alla grande !! Io solo so cosa ha fatto per mia Zia e per gli altri .Vergognatevi !!! Perché non venivi… Leggi tutto »

Brutta foto
Ospite
Brutta foto

Ci mette solo la faccia, io non l’ho visto spalare!

Pippo Italiano
Ospite
Pippo Italiano

Mi unisco al commento di Franco e mi permetto elogiare l’Assessore Di Bella per quanto ha fatto per mia zia e per tutti le persone colpite dall’alluvione . E’ stato presente dal primo istante !! Grazie Assessore

Osservatore
Ospite
Osservatore

come mai non pubblichi tutto direttore……..credo sia un po……. scorretto. ma non è la prima volta

Il rompicoglione
Ospite
Il rompicoglione

Scusiiii , dov’eri 5anni fa Giovanni Dibella? Scusiiii , dov’eri 5 anni fa Maisano Damiano? Scusiiii, dov’eri 5 anni fa Ciccitto Italiano? Scusiiiii , dov’eri 5 anni fa sindacalista Maio Stefano? Scusiiiii , doveravate tutti voi che adesso occupate le poltrone 5anni fa? Scusiiiii , ma 5 anni fa eravamo nel 2010 , che vuoi dire!!! Appunto , caro lettore , nel 2011 è successo il fattaccio a Bastione , non ci fu questo allarme . Adesso si!! Ma non c’erano i stessi pupi che ci sono adesso ? Eccezione per il sindaco !!!!!! Dopo il rientro della gente e… Leggi tutto »