La Fondazione Lucifero ha deciso di non rinnovare il contratto di affitto con la Vincenzo Patti. Si tratta di una delle società sportive più antiche di Milazzo che dal 2004 occupa un’area di proprietà dell’Ipab a Capo Milazzo nella quale ha realizzato un campo di calcio in erba a disposizione della storica scuola calcio. La Vincenzo Patti, gestita da Ciccio Patti, figlio del fondatore e icona dello sport dilettantistico locale, con la collaborazione di mister Sandro Camattari – in base ad una nota ufficiale del presidente Enzo Russo –  dovrà lasciare la struttura a partire dal 16 aprile 2016, scadenza naturale del contratto di affitto. A rivelarlo una nota del comune di Milazzo con la quale si accentua lo scontro tra l’amministrazione e il cda della Fondazione (in particolare con il presidente Enzo Russo e il consigliere Antonio Nicosia designati dalla passata amministrazione di Palazzo dell’Aquila).  I rappresentanti del Comune in seno al Cda della Fondazione Lucifero hanno inviato al sindaco di Milazzo la relazione da lui richiesta sull’attività compiuta. Ma la risposta non ha lasciato contento il sindaco Giovanni Formica. «Uno scritto assolutamente insufficiente ed a tratti insolente, non certo nei confronti della mia persona, bensì dell’intera comunità milazzese che non ha ricevuto risposta a domande più che legittime – scrive – Simile atteggiamento conferma il giudizio negativo già formulato dall’amministrazione sull’operato dei due consiglieri. Ovviamente i quesiti rimasti inevasi ci impongono di formalizzare accesso agli atti dell’IPAB, nel convincimento che il rispetto degli obblighi di trasparenza, in atto non assicurato dal sito dell’istituzione, sia un dovere verso la comunità. Tra le cose accadute più di recente sarebbe assai interessante conoscere le ragioni che hanno indotto l’organo gestorio a disporre la disdetta del contratto di locazione dello “Stadio delle Palme”, condotto dalla storica società sportiva milazzese “Vincenzo Patti”. Ritenendo perfettamente inutile, visti i precedenti, chiedere informazioni a chi dovrebbe rappresentare il comune di Milazzo, anche su tale vicenda faremo ricorso agli strumenti di cui alla L. 241/90», conclude Formica.

Condividi questo articolo

guest
10 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
manny
manny
6 anni fa

Parlo da genitore che ha il proprio figlio che gioca nel V. Patti. Ciccio ha dato e da tutto per quel campo. non passa giorno che lui non vada a curare il manto erboso dove giocano e gioca mio figlio, campo tanto apprezzato anche dalle squadre avversarie Quei ragazzi sono il suo orgoglio e sinceramente non capisco come una presunta morosità (l’affitto che io sappia lo ha sempre pagato) possa far crollare il sogno di ogni ragazzo, giocare su un campo in erba bellissimo……per non parlare del panorama. Ma la cosa che mi sconvolge è che un’azione del genere venga… Leggi il resto »

calciatore capiciano
calciatore capiciano
6 anni fa

ma allora…. se così fosse… ridiamo alla “squadra del Capo” il “campo del Capo”…fondazione permettendo !!!

antonio
antonio
6 anni fa

Ma l’affitto lo pagavano? Si sono rispettati tutti i punti stipulati nel protocollo d’intesa?? Chissà ? Tuttavia si può fare calcio in una delle diverse strutture pubbliche, purché l’amministrazione si adoperi a metterli a norma…..molte società lo fanno…questa e’ la vergogna….

giovannino
giovannino
6 anni fa

Come al solito l’ignoranza prevale……abbiamo un neo sindaco fresco di nomina che invece di preoccuparsi delle cose serie di una città piena di debiti, fa il maestrino e dà 4 (insufficiente) ai consiglieri della Lucifero e li definisce persino insolenti. Mi chiedo: “Ma non è che il caro Giovannino si era venduto la pelle dell’orso durante le elezioni ed ora pressato e tirato di qua e di là non sa come venirne fuori”. Già la torta l’aveva spartita………lottizzazione…….. Lui dice che La Fondazione dovrebbe rendere conto a noi cittadini milazzesi…… Ma io mica pago le tasse alla Fondazione, le pago… Leggi il resto »

mamertino
mamertino
6 anni fa

Ciccio è un icona vivente del calcio mamertino, per tutta la sua vita ha mangiato polvere e soprattutto trascurato se stesso per amore di questo sport…VERGOGNA…