Antonio Lombardo

Antonio Lombardo

Il verbale della Polizia Provinciale

Il verbale della Polizia Provinciale

IL CASO. «E si, ditelo pure… quante persone avranno pensato… ma chi è questo cogl…. che si é fatto fare il verbale camminando col proprio mezzo a 34 km l’ora? Sono proprio io». Dopo le polemiche suscitate da un articolo della Gazzetta del Sud che rivelava di una multa fatta dalla Polizia provinciale lungo la panoramica di Milazzo ad un mezzo che “correva” a 34 all’ora (il limite era di 20 km a causa di lavori nella sede stradale), ecco che esce allo scoperto il protagonista di questa assurda vicenda: Antonio Lombardo. Lombardo è molto conosciuto a Milazzo non solo perchè gestisce una storica tipografia assieme alla sua famiglia, ma per la serietà e la bontà d’animo. Ecco il perchè dello sfogo intriso di rabbia con il quale racconta la sua versione dei fatti. «Ho fatto passare qualche giorno per sbollentare la rabbia, la mia incredulità. Invece no sono ancora più incavolato e pentito – dice Antonio Lombardo – : non dovevo pagare la multa e oppormi». Lombardo è quello che potrebbe essere definito un automobilista modello. «Per dare l’esempio ai miei figli io sono quello che faccio tre giri con l’auto prima di trovare il posto perfetto ed evitare la doppia fila, odio chi parla al telefono mentre sta alla guida o svolta a destra o a sinistra senza mettere la freccia. Insomma, metterei alla gogna tutti coloro che fanno un’infrazione sulla strada (e qualcuno a me vicino sa benissimo cosa abbiamo passato per una svista stradale).  A questo punto mi domando: è giusto continuare a comportarmi così?  Domando, dunque, a coloro che hanno firmato la multa, agenti della famosissima Polizia Provinciale: non vi vergognate a sottoscrivere un verbale così penoso? Questo significa fare cassa su una strada che spesso il vostro ente non si ricorda nemmeno che le appartiene». Lombardo racconta di quella mattina. «Scendo da Capo Milazzo, lato panoramica, per andare a lavoro con il furgone della tipografia. Non vedo nessun segnale continuo e mi accorgo della macchina della Provincia. Noto immediatamente l’apparecchio dell’autovelox, guardo il contachilometri e continuo per la strada. All’altezza del ristorante Salamone vedo che stanno effettuando lavori e noto i segnali stradali con il limite di velocità a 20 km orari e lì mi si accende la lampadina: vuoi vedere che mi hanno fregato? Nel pomeriggio vado a controllare se c’era il limite di velocità e l’unico che trovo si trova in mezzo ad un bouganville fiorito. E si… mi hanno proprio fregato e rubato 140 euro perché ho pagato entro i 5 giorni. E sentite sentite 3 punti dalla patente per camminare a 34 km orari. È solo vergognoso… ma se mi domandate perché ho pagato… non vi so rispondere forse per dimenticare presto».

LEGGI ANCHE LA REPLICA DELLA PROVINCIA REGIONALE. CLICCA QUI

Condividi questo articolo
1.264 visite

11
Rispondi

avatar
400
11 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
11 Comment authors
MatildeIncazzatissimo neroAntoniosandokalTERMINAL Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Matilde
Ospite
Matilde

Anche a me quel giorno hanno fatto la multa…camminavo a 31 km/h. E anche io ho pagato entro 5 giorni 140 euro… e una vergogna!!!

Incazzatissimo nero
Ospite
Incazzatissimo nero

Unico errore?: non averli “asfaltati” con tutta la maledetta macchinetta per truffe autorizzate!

Antonio
Ospite
Antonio

In una cittadina dove l’anarchia stradale regna sovrana, e anacronistico un verbale del genere. Se il limite è 20 km/h e il mezzo procede a 34 km/h, la violazione mi sembra palese. Come palese e vedere 20000 automobilisti senza cintura con a corredo una sfilza di altre violazioni del codice della strada. Però abbiamo una provincia che abbandona le strade in gestione mantenendone il controllo di polizia per le violazioni del codice della strada, una amministrazione che da anni supporta parcheggiatori ma non integra l’organico di polizia urbana.

sandokal
Ospite
sandokal

perché i polizioti non si mettono a fare ritratti a ponente ? hanno paura di prendere pizze da qualcuno dei barcellonesi che tornano nell’ovile ?

TERMINAL
Ospite
TERMINAL

Probabilmente l’amico Lombardo è stato troppo precipitoso nel pagare. Chi ha installato il limite di velocità? Esiste un’ordinanza in merito? E lo stesso segnale è visibile? Dalla foto non sembrerebbe! In ogni caso, i signori della Polizia di una provincia che non esiste hanno diverse STRADE PROVINCIALI a Milazzo, dove poter far cassetta! La litoranea di Ponente, per esempio: dove le auto sfrecciano a velocità supersonica, si cimentano in sorpassi pericolosissimi e mettono a rischio la vita degli stessi pedoni che attraversano per raggiungere la spiaggia. Pensare di espletare questo lavoro, di semplice controllo, ma anche di prevenzione e di… Leggi tutto »