VALDINA. Le avevano svuotato l’abitazione: era stata la vicina di casa. I carabinieri della Stazione di Roccavaldina agli ordini del nuovo Comandante Maresciallo Capo Tindaro Farina hanno recuperato la refurtiva di un “colpo” avvenuto in una villetta a Valdina in via Perre, di proprietà di una donna di Messina. A sparire numerosi elettrodomestici e arredi vari. La donna aveva denunciato il furto il 3 agosto, anche se probabilmente è stato consumato tra il 27 luglio e il 1 agosto. Il valore complessivo della refurtiva ammontava a più di 2000 euro.

Al termine degli accertamenti, i Carabinieri di Roccavaldina hanno avuto il fondato sospetto che la refurtiva si trovasse nascosta in un’abitazione non molto distante da dove si era consumato il furto. Così i militari hanno fatto irruzione e hanno ritrovato la refurtiva composta da un frigorifero, una lavatrice, un tavolo con sedie, un divano letto, un climatizzatore ed altro. Tutta la merce recuperata è stata restituita alla proprietaria. La donna che deteneva illegalmente nel suo domicilio la refurtiva, veniva denunciata per ricettazione.

Condividi questo articolo
1.065 visite