SAN FILIPPO DEL MELA. Una rilevazione dell’impatto acustico e delle sostanze moleste che continuano a insistere nella frazione di Archi. I consiglieri comunali Silvia Di Giovanni, Felice Bartolone, Pippo De Mariano, Caterina Sgrò, del gruppo consiliare di San Filippo del Mela, Liberamente per il Bene Comune hanno presentato al protocollo del comune di San Filippo del Mela un’istanza per ottenere l’installazione nella frazione di Archi, di una centralina per le rilevazioni fonometriche e di un sistema che rilevi anche le sostanze odorigene moleste (simili a gas, idrocarburi etc.).  La richiesta, inviata anche all’Arpa, arriva «in un momento storico in cui la presenza di rumori fastidiosi (come quelli anche provenienti dalla Ram di Milazzo nelle ultime due settimane e in particolar modo causati dalla torcia Blow-Down il 19, 20, 21, e 22 luglio) e delle sostanze moleste presenti in atmosfera, in questa porzione di territorio comunale sovraccaricato nel corso degli anni, per la presenza della Centrale termoelettrica, della Raffineria di Milazzo, della Ferrovia, della S.S. 113, della SP. 67, dell’Asse viario ex Asi, dell’Autostrada». «I cittadini ormai sono stati abituati ad apprendere dagli organi di stampa che i livelli d’inquinamento atmosferico della valle del Mela, risultano essere spesso e volentieri nella norma… – spiegano – tuttavia sarebbe altrettanto importante conoscere l’impatto acustico e quello delle sostanze fuggitive moleste, in cui vivono, e se i valori corrispondenti, risultano essere anche nella norma o viceversa, rientrano nel campo giuridico dell’inquinamento acustico, qualificato che provocano fastidio o disturbo al riposo ed alle attività umane, e conseguente pericolo per la salute umana».

 

Condividi questo articolo
469 visite