L’obiettivo è ottenere il decreto istitutivo dell’Area marina protetta “Capo Milazzo” entro fine anno. Per queste ragioni Ministero ed Ispra hanno chiesto all’Amministrazione comunale di assicurare un proprio contributo per accelerare l’iter istruttorio. In particolare è indispensabile incontrare la categoria dei pescatori per avere un confronto prima di procedere alla perimetrazione. In tale ottica il neo sindaco Giovanni Formica, presente all’incontro di assieme all’assessore Damiano Maisano e all’esperto Giovanni Mangano, ha dato la massima disponibilità a organizzare a Milazzo già entro la fine di questo mese gli incontri richiesti.
Questo in sostanza l’esito della riunione convocata presso il ministero dell’Ambiente, che è stata anche utile per i nuovi amministratori di avere il quadro completo delle procedure sin qui portate avanti e di conoscere in particolare risultati dell’indagine condotta nei mesi estivi dall’Ispra sui fondali. Il rappresentante dell’Ispra ha illustrato l’esito della campagna di monitoraggio effettuata nel tratto compreso tra Punta Rugno e punta Tono, soffermandosi sulle caratteristiche dell’habitat marino che presenta alcune particolarità anche non comuni, come il corallo nero.
“Al momento di avviare gli studi propedeutici conoscitivi delle caratteristiche ambientali e socio-economiche dell’area individuata è fondamentale – ha detto il direttore generale della Divisione IV “Programmazione e sviluppo delle aree naturali protette”, Maria Carmela Giarratano, abbiamo riscontrato un’ottima accoglienza da parte del territorio. Dopo l’indagine dell’Ispra siamo oggi nelle condizioni di avere un quadro chiaro riguardo alla presenza di flora e fauna interessante, ma anche di ciò che necessita di un’azione di bonifica. Stiamo procedendo alla realizzazione di una cartografia per valenze ambientali, con l’identificazione delle zone per il turismo rispetto a quelle per la pesca e per la subacquea e ora dobbiamo ultimare il calendario di incontri con i pescatori.
Il sindaco ha preso atto con soddisfazione che la tempistica prevista sta trovando puntuale riscontro e ha dato la disponibilità per far sì che il cronoprogramma sia rispettato. “In questa riunione abbiamo dato una accelerazione al procedimento anticipando quelle attività, da svolgersi sul nostro territorio, che il Ministero voleva realizzare a settembre – ha affermato Formica -. C’è la necessità di raccogliere, in particolare, informazioni da parte dei pescatori professionisti e da coloro i quali conoscono bene la condizione del nostro mare. Ci siamo messi a disposizione per organizzare tutti gli incontri necessari già per l’ultima settimana di luglio e questo dovrebbe darci la possibilità di ottenere l’istituzione già per il mese di dicembre. Poi vedremo anche di proporre il modello di gestione da adottare, altro passaggio importante in quanto un’Area marina rappresenta una grande occasione per preservare l’habitat marino e costiero e conquista importante per il territorio che si arricchisce di un sistema di tutela del mare che produrrà gradualmente un notevole indotto sulle politiche occupazionali legate al turismo di settore. E’ chiaro però che il segreto del successo sta nella gestione. Milazzo deve puntare su quei modelli già esistenti che si sono rivelati efficaci”.

Condividi questo articolo

guest
6 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
cittadino comune
cittadino comune
5 anni fa

buonasera, da comune cittadino di Milazzo, vorrei conoscere la materia in qui è esperto il Sig. Mangano Giovanni, e attraverso quali titoli tale è riconosciuto dal comune e sinanco dal nuovo Sindaco di Milazzo. Chiaramente solo per capire se è corretto che egli possa partecipare a quel tavolo, e se il comune di Milazzo ha pagato viaggio e altro per tale figura di esperto. Grazie

francesco currò
francesco currò
5 anni fa

Come rappresentante dell’associazione Il Promontorio qualche tempo fa, esprimevo il mio disappunto alla giunta Comunale, per non avere chiesto ad una rappresentanza di abitanti del quartiere di Capo Milazzo opinioni in merito. Sono stato frainteso e si è pensato a tuttaltro.. Personalmente sono favorevole all’area marina protetta, ma volevo avvertire che essendo confinanti con questa istituenda area marina, saremo nostro malgrado, costretti ad interferire. E non avendo un nostro referente, di quartiere che aiuti a coordinare queste realtà confinanti, non sarà facile, assieme raggiungere un unico scopo. L’area marina protetta se ben gestita, a detta degli esperti, porterà più pesce… Leggi il resto »

Nessuno
Nessuno
5 anni fa

Quando si parla di pescatori, non si deve intendere solo quella trentina di pescatori del rione Vaccarella, ma bensì di quella categoria di persone che esercitano la pesca professionale nelle acque di Milazzo e, sono molto di più di quel sparuto numero che tutti noi oggi conosciamo. I pescatori non vantano il possesso del mare ma, esercitano la pesca per campare. E’ arrivato il momento che tutti sappiano la verità: in realtà un A.M.P costa e non produce, nel resto del paese quasi tutte sono in crisi per mancanza di fondi, i Diving diverranno i veri proprietari della riserva, essendo… Leggi il resto »

Antonio
Antonio
5 anni fa

U nonnu di me nonnu…avia… U postu da bacca e ora è’ U me…. U nonnu di me nonnu …. Calava a rizza nta Marina …. È ora a calu puru io’….. Io’ haiu accalari a rizza undi vogghiu…ie’ basta….
Tipiche argomentazioni sul tema….

Stefano
Stefano
5 anni fa

Tempo addietro, le esternazioni, forse veementi perchè dettate dal cuore, di un presidente di una associazione, provocarono le risposte indignate dei pensatori, che pontificando, maturarono le loro perle di saggezza, ribbattendo indignati che il territorio non è di proprietà di alcuno e nessuno lo ha lasciato in eredità a chicchessia etc..etc discorsi senza costrutto da scuola materna o giù di li. Vediamo però oggi, che finita la campagna elettorale e distribuite le prime caramelle a ciascuno, è stato nominato un assessore all’ambiente a carattere rionale a cui premono principalmente le problematiche esclusive di quel rione e non di tutta la… Leggi il resto »

Franco
Franco
5 anni fa
Reply to  Stefano

Purtroppo a Milazzo per la classe politica la cultura e gli approfondimenti scolastici è un opzionale, siamo in mano a persone che in altri tempi avrebbero solo alzato la mano per dire posso passare.