La famiglia del militare milazzese Giuseppe Tusa, morto nel 2013 durante il crollo di una palazzina avvenuta nel porto di Genova,  ha rinunciato all’ennesima richiesta di risarcimento proposto dalla compagnia di navigazione accusata del disastro, che prevedeva una quota iniziale di 200 mila euro. A riportarlo è l’Agenzia Agi. La nuova proposta risarcitoria della compagnia di navigazione Ignazio Messina & C Spa è stata rivolta alle famiglie delle nove vittime della tragedia della torre piloti del porto di Genova, abbattuta la sera del 7 maggio 2013 dalla nave cargo Jolly Nero. Una lettera e’ stata inviata ai legali dei familiari delle vittime chiedendo loro di quantificare una proposta risarcitoria per ciascuna vittima. La compagnia di navigazione aveva gia’ anticipato una parte del risarcimento nella somma 200 mila euro a famiglia, con l’impegno di arrivare un completo risarcimento secondo le richieste delle parti. Solo la mamma della vittima Giuseppe Tusa, Adele Chiello, aveva rifiutato i 200 mila euro iniziali. Ora arriva anche il secondo diniego. «La Vita di mio figlio non è quantificabile a nessuna somma di denaro… La Vita di mio figlio non è in Vendita», ha scritto su facebook la combattiva mamma di Tusa, noto anche pe rla sua attività di dj con il nome d’arte di Giuppy Black. La proposta arriva a venti giorni dall’udienza preliminare del processo, la cui data di inizio e’ stata fissata il 15 luglio prossimo.

guest
6 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
GIANNA
GIANNA
7 anni fa

Mi congratulo con la Sig.ra Chiello, poichè la perdita di una persona cara e specialmente di un figlio per la negligenza di qualcuno non ha prezzo.Vada fino in fondo e speriamo che ottenga giustizia.

Biagio
Biagio
7 anni fa

Il dolore di una mamma non si compra…

Salvo
Salvo
7 anni fa

Complimenti signora…..il suo messaggio e’ molto chiaro la vita non ha prezzo.lo dovrebbero capire tante persone che di fronte al denaro riescono ad accettare qualunque compromesso. Anche la vita dei loro concittadini. IMPARATE

Adele Chiello Tusa
Adele Chiello Tusa
7 anni fa
Reply to  Salvo

Grazie, Salvo, per la solidarietà Adele Chiello Tusa

Salvo
Salvo
7 anni fa

La mia solidarietà, mi auguro che possa servire a darvi la forza per continuare a lottare.

Francesco B.
Francesco B.
7 anni fa

Apprezzo molto le parole della mamma del povero Tusa ma io la esorterei ad accettare quei soldi ed eventualmente donarli in beneficenza o per qualche opera di pubblica utilità qui a Milazzo, il compianto figlio ne sarebbe felice!