I candidati a sindaco di Milazzo “snobbano” l’invito dell’Associazione ZeroWaste e la neo associazione attacca: «Cercano solo bagni di folla e non vogliono capire e imparare». Lunedì scorso l’associazione ha organizzato il suo primo incontro pubblico a Milazzo, invitando i Sindaci ad un confronto sui loro programmi per l’ambiente e proponendo informazioni di carattere scientifico ed economico, per una corretta  strategia nella raccolta, il riciclo, il riutilizzo dei cosiddetti rifiuti, che oggi le amministrazioni più oculate  hanno imparato a considerare risorse. Ma non tutto è andato come previsto. «Spiace quindi constatare che i candidati presenti abbiano preferito fare solo una fugace apparizione di convenienza e allontanarsi proprio quando doveva iniziare il dibattito, per il quale pure abbiamo impegnato la sala nobile di Palazzo D’amico per la modica cifra di € 200. Eppure, erano stati informati dell’evento quasi due settimane prima», si legge in una nota a firma della professore Elena Caragliano.

«Abbiamo rischiato quindi di trasformare l’incontro in un assist involontario all’attuale amministrazione, che nel vuoto lasciato dalla politica e senza contraddittorio, ha potuto agevolmente e a lungo esprimere i suoi contenuti – continua il comunicato –  Non era questo che volevamo, ma un serio confronto su uno dei nodi più spinosi delle amministrazioni locali, sul come fronteggiare attraverso la condivisione di una metodologia oculata e sperimentata di raccolta, differenziazione, etc.. , da un lato la resistenza del sistema-conferimento in discarica, presto fuorilegge, e la pressante normativa europea che altrettanto sollecitamente ci farà pagare in soldoni i nostri sprechi (i rifiuti sono una risorsa) e i nostri ritardi. Forse preferiscono i bagni di folla, anche quando degenerano in rissa. Qui invece c’era da capire e da imparare. Ancora ,tuttavia, noi crediamo nell’importanza dell’informazione per la classe politica come strumento che fa la differenza nel ben amministrare, conoscenze e competenze che come a scuola fanno prendere anche i voti». Zero Waste formula pubblicamente le domande che avrebbero voluto porre ai candidati a sindaco di Milazzo: Intendete, nella vostra eventuale azione di governo, prendere in considerazione e deliberare la proposta di ZeroWaste Sicilia indicata come “Strategia Rifiuti Zero 2020”, come soluzione ottimale e definitiva al problema dell’ottimizzazione dei cosiddetti rifiuti? Qual’ è la vostra posizione circa il ventilato utilizzo del CSS come combustibile nell’attuale Centrale termoelettrica di Archi-San Filippo del Mela? «Sono risposte queste alle quali teniamo, che ci attendiamo attraverso gli organi di stampa, importanti non solo per noi, ma per la cittadinanza intera», conclude la nota firmata da Elena Caragliano.

Condividi questo articolo

guest
3 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
milazzese
milazzese
6 anni fa

Dall’articolo si evince che l’unico presente era Pino. Se è vero gli si deve dare atto della disponibilità a discutere di tali argomenti.

Simona
Simona
6 anni fa

Mah… Chiediti il perché cara Elena, ovunque abbia approdato associazioni o partiti politici li ha portati a sbattere, l’ultimo che ricordi IDV con il candidato a sindaco…. É riuscita a fare più cadaveri politici che voti, almeno questa neo associazione ha l’alibi di morire prima di nascere

Vic A. Perroni
Vic A. Perroni
6 anni fa
Reply to  Simona

Peccato ! poiche’ la stampa nord-americana e’ molto critica dello stato ambientale di Milazzo .
Vittorio A;lfio Perroni