Un “tesoretto” da 4 milioni 600 mila euro recuperati dalla gestione amministrativa del 2013. Un “tesoretto” che emerge dal Consuntivo approvato nei giorni scorsi dalla giunta Pino che ha deciso di impegnare una considerevole somma per risolvere annosi problemi della Piana. In particolare 3 milioni e 700 mila euro serviranno per il primo stralcio esecutivo funzionale del progetto del sistema di convogliamento delle acque bianche della piana di Milazzo, progetto redatto e approvato dall’attuale esecutivo nel 2011. Secondo una n0ta del comune «verranno risolte definitivamente le criticità che si presentano nella zona di San Paolino, spesso interessata da allagamenti». Altri 200 mila euro – finalizzati a risolvere lo stesso problema – saranno spesi invece in contrada Feliciata, per la costruzione di una nuova condotta di raccolta delle acque bianche. Con le altre somme invece Palazzo dell’Aquila sistemerà a verde attrezzato l’area ubicata tra le vie Fiumarella e Palmiro Togliatti (spesa 350 mila euro) creando così uno spazio di aggregazione all’aperto in una realtà densamente popolata. L’Amministrazione ha deciso di impegnare 350 mila euro per la realizzazione di vie di fuga e messa in sicurezza della viabilità esistente della zona di San Giovanni-Riviera di ponente (completamento via Bonaccorsi di collegamento tra la via M. Mariano ed il lungomare di ponente). «Sottolineo che non si tratta di “annunci” ma di somme disponibili e vincolate per tale esclusivo scopo, con progetti già esistenti e quindi occorre soltanto procedere a bandire le gare», ha assicurato i sindaco Carmelo Pino.

Condividi questo articolo

guest
9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Altair
Altair
7 anni fa

Consentitemi un’osservazione (che è limitata al problema in questione), perchè mi sembra di vivere in una città (e in Paese) dove qualunque cosa non deve mai andar bene per partito preso: 30 e passa anni fa ero uno di quei sfortunati alunni che frequentavano la scuola Media Zirilli… sfortunati perchè ogni qualvolta si verificava un’acquazzone… i buoni pescatori di Vaccarella si prodigavano con le BARCHE per farci uscire da scuola. Ripeto.. parlo di quasi 40 anni fa… e non è mai cambiato niente! Adesso che in un modo o nell’altro… si è riusciti ad avere dei soldi per porre rimedio… Leggi il resto »

Mil-aisila
Mil-aisila
7 anni fa

Il tesoretto non viene fuori solo adesso, bensì è presente dal 2013, anno in cui il bilancio è stato chiuso dalla nostra amministrazione con un attivo di 4.640.000,00 euro. Questi soldi sono spendibili solo da ottobre 2014, ovvero da quando il Ministero degli Interni ha dichiarato la fine del dissesto. Da ottobre sono partiti tutti gli interventi per poter destinare queste somme ai progetti necessari per la città. Ovviamente ci sono dei tempi tecnici che hanno slittato di qualche mese l’inizio dei lavori. Tutto quello che dico è consultabile e verificabile. Ma forse c’è chi preferisce non verificare e affidarsi… Leggi il resto »

senzapelisullalingua
senzapelisullalingua
7 anni fa

Altro che annunci…. questi soldi c’erano anche prima quando il sindaco Pino e company ci hanno salassati con le tasse al massimo delle aliquote…
Gente tirate le somme di ciò che questi ci hanno propinato per anni e di come ci hanno messo le mani nelle tasche per i loro interessi….

Altair
Altair
7 anni fa

Dati alla mano il comune di Milazzo è il comune che ha esercitato un peso fiscale inferiore rispetto ai comuni di tutto il comprensorio, inferiore persino a chi si trovava in condizioni meno disastrate della nostra. Sempre dati alla mano si è provveduto in questi giorni a un taglio delle tasse. Ci tengo a sottolineare che appartengo al partito degli “indecisi” che non sta a perorare la causa di tizio di caio o sempronio e che gradirebbe ci fosse chiarezza e onestà nel divulgare le notizie. Ho sentito in tanti mesi un’accozzaglia di mezze verità… financo leggende e miti dati… Leggi il resto »

salvatore
salvatore
7 anni fa

Purtroppo parliamo sempre senza stare attenti a quel che c’è scritto. Se leggete con attenzione nel comunicato stampa troviamo la risposta sul perché solo adesso, capisco che non siamo abituati ai tecnicismi a se l’iter di approvazione è stato questo l’avanzata di bilancio è stato rilevato nel momento in cui si sono chiusi i bilanci. Come si poteva rilevare prima?? Ho letto che qualcuno si ostina ancora a non condividere la dichiarazione di dissesto, ma lo avete capito che questo avanzo non ha niente a vedere con i precedenti esercizi finanziari????? Per quegli anni ormai quasi la totalità dei debiti… Leggi il resto »

Domenico
Domenico
7 anni fa
Reply to  salvatore

Dovresti sapere che un ente pubblico, come una qualsiasi societa, fa una costante attivita di monitoraggio dei propri conti,
nonche verifiche e report (detti, appunto, bilancini) periodoci. Per cui questo tesoretto poteva essere tranquillamente rilevato prima.

Mil-aisila
Mil-aisila
7 anni fa
Reply to  Domenico

Io penso che l’utilizzo del verbo “scoprire” sia un po’ fuorviante. Il tesoretto non è stato “scoperto” ora. Il tesoretto è utilizzabile adesso, ma fa parte di un cospicuo avanzo di amministrazione dell’anno 2013. C’è sempre stato, ma non poteva essere destinato.

GIANNA
GIANNA
7 anni fa

COME MAI QUESTO “TESORETTO” VIENE FUORI ADESSO AD UN MESE DALLE ELEZIONI E NON IN UNO DEI QUATTRO ANNI PRECEDENTI..MAH! QUESTO E’ UN CASO DA QUARTO GRADO…

Cittadina Milazzese
Cittadina Milazzese
7 anni fa
Reply to  GIANNA

No! E’ un mistero per Kazzenger…. 😀 🙂